«Laboratori virtuali» per comprendere i cambiamenti climatici

47

Lo sviluppo di questi studi è necessario per costituire le competenze di base di cui il Paese ha bisogno e per acquisire un sistema di informazioni scientifiche idoneo a supportare decisioni politiche e di pianificazione del territorio

La Conferenza «I modelli climatici, l’effetto serra e il futuro del nostro pianeta», che si è tenuta oggi presso la sede Enea di Roma, è stata l’occasione per riunire le principali competenze italiane che svolgono attività di ricerca sui modelli climatici e sull’effetto serra (Enea, Ingv, Cnr), a cui ha partecipato il prof. Vittorio Canuto (Nasa, Columbia University, Comitato Scientifico Enea).

Il prof. Luigi Paganetto, Commissario Straordinario dell’Enea, ha evidenziato l’importanza dello sviluppo dei modelli numerici, da intendersi come «Laboratori virtuali», fondamentali per riprodurre il complesso sistema della variabilità climatica e per la rappresentazione degli scenari futuri. Lo