Pescherecci italiani saccheggiano il mar di Guinea

91

L’associazione sta pattugliando l’oceano Atlantico ed ha già trovato 67 barche straniere da Italia, Corea, Cina, Liberia e Belize

Quattro pescherecci italiani sono stati trovati da Greenpeace mentre pescavano nella zona economica esclusiva della Guinea Conakry, uno dei Paesi più poveri del mondo. Greenpeace, ha allora invitato a bordo della propria nave, «Esperanza», ispettori del governo della Guinea Conakry, per verificare se i pescherecci italiani hanno sia le licenze sia la proprietà di queste imbarcazioni. Gli ispettori governativi hanno ritirato la licenza dei pescherecci italiani per le opportune verifiche, visto che non compaiono nella lista ufficiale delle licenze emesse dalla Guinea Conakry.

La nave di Greenpeace, «Esperanza», sta pattugliando l’Oceano Atlantico in cerca di pescatori pirati, e ha