Legno illegale – La Cina distrugge le foreste

87

Il suo commercio è aumentato del 70% negli ultimi dieci anni. Diverse imprese europee come Wolseley, PontMeyer, Castorama, e la Federazione francese degli importatori si sono impegnate a cessare ogni rifornimento

La Cina è il principale responsabile del riciclaggio del legno illegale proveniente da alcune delle più preziose foreste del pianeta. È quanto emerge da un rapporto reso noto oggi da Greenpeace. Questo commercio è sostenuto principalmente dalla domanda di Europa, Stati Uniti e Giappone, che consumano più legname di qualsiasi altro paese. Negli ultimi dieci anni il consumo cinese di prodotti forestali è cresciuto del 70 per cento, un terzo di questo dovuto all’aumento delle esportazioni. Se la sola Cina raggiungesse un consumo pro capite pari a quello degli Stati Uniti, consumerebbe 1,6 miliardi di metri cubi di legna,