Pesca – De Castro firma decreto per «ferrettare» e si torna indietro

175

Una certa confusione creata dalla stessa UE, insieme al sovradimensionamento dei permessi di emissione e alla inutilizzazione del 2,4% di tali permessi ha fatto crollare i prezzi. Un problema del tutto transitorio e l’altalena dei prezzi dimostra che il mercato funziona

In vista della entrata in vigore, a partire dal primo gennaio del 2005, della direttiva europea sul commercio delle emissioni per l’attuazione del protocollo di Kyoto, la UE aveva chiesto ai governi nazionali dei paesi membri di definire i permessi di emissione consentiti per attuare i propri obblighi di riduzione delle emissioni. I permessi di emissione andavano riferiti al periodo 2005-2007 e riguardavano le grandi industrie e non riguardavano, almeno per ora né le piccole industrie né settori inquinanti come il traffico veicolare o i servizi e gli edifici. Per il periodo 2008-2012 dovrà essere presentato entro il 30 giugno