Summit per risanare il Corace e la costa

116

Si è discusso anche delle prospettive di riconferma del riconoscimento della Bandiera Blu alla città di Catanzaro, e si pensa ad un piano di comunicazione congiunto, focalizzato appositamente sulle potenzialità della risorsa ambientale applicata al turismo

Si è svolto ieri mattina, nei locali della sede centrale dell’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’Ambiente della Calabria), un incontro tecnico tra l’assessore al Turismo e Politiche del Mare del Comune di Catanzaro, Roberto Talarico, ed il Commissario dell’agenzia ambientale calabrese, dott. Domenico Lemma, ed il Direttore scientifico, dott. Antonio Scalzo.
La riunione era stata richiesta dall’assessore Talarico per illustrare al Commissario Lemma i programmi che il Comune capoluogo di Regione intende realizzare in merito alle politiche di tutela del mare, intese come strumento da affiancare alle strategie di marketing territoriale che Palazzo De Nobili attiverà anche per la zona marinara cittadina.
In particolare, si è discusso dello stato di salute del tratto di costa jonica che bagna il quartiere Lido e, in riferimento ad alcune vicende di presunto inquinamento del mare che hanno interessato ad agosto scorso il quartiere meridionale della città, si è focalizzato sullo stato di salute del fiume Corace che, nel tratto finale del suo percorso, attraversa il territorio cittadino nella zona di Germaneto e, appunto, di Lido.
A tal fine Talarico ha illustrato a Lemma l’intenzione di programmare una giornata di verifica direttamente lungo l’asta fluviale del fiume Corace, insieme ai tecnici dell’Arpacal e dell’Asl, per conoscere le criticità e predisporre successivamente il piano di messa in sicurezza e di eventuale bonifica.
Si è discusso, inoltre, delle prospettive di riconferma del riconoscimento della Bandiera Blu alla città di Catanzaro, e per questo motivo si è pensato di studiare un piano di comunicazione congiunto, focalizzato appositamente sulle potenzialità della risorsa ambientale applicata al turismo.
Dal canto suo Lemma, nel confermare piena disponibilità nei confronti delle proposte provenienti dalla Giunta guidata dal Sindaco Olivo, ha ribadito il ruolo di supporto tecnico-scientifico che l’Arpacal ha nei confronti degli enti territoriali calabresi. Per questo motivo, in ossequio a quanto disposto dalla stessa legge istitutiva dell’Arpacal, sarà formalizzato un accordo di programma tra l’Agenzia ed il Comune di Catanzaro per attivare ogni forma di collaborazione che interessi la protezione delle diverse matrici ambientali. Lemma, infine, ha anticipato a Talarico che nelle prossime settimane sarà siglata una convenzione per il piano di caratterizzazione del costruendo porto di Lido, in modo da supportare scientificamente tutte le azioni di dragaggio e posa in opera delle nuove strutture portuali che, come recentemente confermato dal ministro Di Pietro, dovrebbero essere completate nel 2007.

(Fonte Arpacal)