Inquinamento da polveri sottili. Allarme per le città italiane

60

I dati, elaborati da Legambiente, se non proprio impietosi tracciano un quadro emblematico dello stato di salute delle principali città italiane in tema di inquinamento atmosferico

Sotto la lente di ingrandimento della ricerca, aggiornata al 4 dicembre 2006, stanno le cosiddette polveri sottili, e più in particolare l’ormai famigerato Pm10, considerato responsabile di numerose – e gravi – patologie respiratorie a danno soprattutto di bambini e anziani.
Questi i dati di maggior rilievo che si riferiscono ai giorni in cui la soglia massima di concentrazione di polveri sottili è stata superata: al primo posto si trova, un po’ a sorpresa, Palermo con 206 giorni di superamento dei limiti. Segue Verona con 183, Torino con 162 e Padova con 159.
Venezia e Milano sono al quinto e