Allarme rapaci in Italia ed in Europa

89

Gli ornitologi italiani a convegno lanciano l’allarme: l’80% delle specie di rapaci europee sono a rischio. L’Italia divenga protagonista degli sforzi internazionali per un nuovo accordo internazionale volto alla tutela dei rapaci migratori eurasiatici-africani. Perdita dell’habitat e bracconaggio le principali cause del declino- Le specie a rischio- L’accordo internazionale in discussione

Gli ornitologi italiani lanciano un allarme sul futuro dei rapaci migratori: decine di specie di avvoltoi, nibbi, grandi aquile e rapaci notturni sono a forte rischio ed è urgente un’azione coordinata degli stati per la loro tutela.

I ricercatori riuniti in un workshop nazionale che si è svolto ieri nell’Oasi Wwf dei Calanchi di Atri in Provincia di Teramo hanno fatto il punto sulla situazione delle popolazioni di rapaci presenti nel nostro paese e sul ruolo che dovrebbe avere l’Italia per le politiche di tutela e conservazione delle specie migratrici a livello internazionale.

La situazione dei rapaci migratori