Coralli negli abissi del Mediterraneo

136

Corallo bianco e rosso e una specie ignota di ostrica gigante nelle profondità del Canale di Sicilia. Ma anche scoperte a Santa Maria di Leuca, nel mare di Bari e documentazione di coralli bianchi vivi, compresa la più rara Lophelia, nell’Adriatico meridionale

Rigogliosi coralli e ostriche giganti nelle buie acque del Mediterraneo. A 500-650 metri di profondità, in varie parti del Canale di Sicilia (Linosa, Malta e banchi sommersi), è stato visto il corallo bianco (Lophelia pertusa, Madrepora oculata, Desmophyllum dianthus ecc.), nero (antipatari), giallo (Dendrophyllia) e rosso (Corallium rubrum). La sensazionale scoperta è stata possibile grazie al «Rov (Remote Operating Vehicle) Quest», un veicolo sottomarino, teleguidato dal gruppo di ricerca «Marum» dell’Università di Brema, equipaggiato di videocamere ad altissima risoluzione, di cui è dotata la nave oceanografica tedesca «Meteor», in una spedizione diretta da André Freiwald dell’Università di Erlangen. A questa