Incendi – Parchi in fumo per omissioni

142

L’associazione denuncia la mancanza dei piani regionali di prevenzione specifici e non tutti i Parchi hanno strumenti specifici di pianificazione. Il quadro del patrimonio naturale protetto devastato in così pochi giorni svela per il Wwf un disegno criminale contro il quale potrebbe fare fronte solo una strategia tra regioni ed enti parco

A fuoco alcune delle aree naturali più importanti del centro-sud o nelle loro immediate vicinanze nelle ultime 3 settimane: è la Calabria oggi la Regione «verde» più colpita, con oltre 130 incendi attivi dal Pollino all’Aspromonte, comprendendo anche il Parco della Sila e quello regionale delle Serre. Altra regione dalle valenze naturalistiche importantissime l’Abruzzo, che ha visto andare a fuoco boschi nel Parco della Majella, nel Parco d’Abruzzo, Lazio e Molise.
Oltre alla tragedia umana vissuta ieri la Puglia è stata spettatrice anche di incendi nelle sue aree protette: Parco del Gargano, Parco dell’Alta Murgia, e poi le Oasi