Dall’Appennino Tosco–Emiliano un ponte verso gli emigrati

106

Saranno realizzati un atlante anagrafico dell’emigrazione dal territorio del Parco, eventi nazionali con testimonial d’eccezione par dare il via ad attività di contatto con gli emigrati, borse di studio per laureati, realizzazione di strumenti di comunicazione multilingue e multimediali ed in futuro anche una tv satellitare per promuovere il Parco e dar voce alle comunità di emigranti all’estero

Parte il progetto promosso dal Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano, per favorire la «cittadinanza affettiva» degli emigranti e la ripresa delle relazioni con le comunità di origine.
Un atlante anagrafico dell’emigrazione dal territorio del Parco, eventi nazionali con testimonial d’eccezione par dare il via ad attività di contatto con gli emigrati, «feste del ritorno» nei borghi del crinale, borse di studio per laureati, realizzazione di strumenti di comunicazione multilingue e multimediali (brochure, siti internet, newsletter telematiche), ed in futuro anche una tv satellitare per promuovere il Parco e dar voce alle comunità di emigranti all’estero. Prende il via in questi