Il monitoraggio dei campi magnetici a Siena

37

Il dipartimento provinciale Arpat di Siena ha stipulato nel
2003 una convenzione con il Comune di Siena per monitorare
tutte le sorgenti di campi elettromagnetici del territorio
(stazioni radio base [cellulari] e antenne radiotelevisive).
In provincia di Siena sono presenti circa 40 stazioni. Tutte
sono state controllate a partire dal 2004 almeno una volta
ogni anno o a partire dalla loro attivazione, e per ciascun
esame effettuato sono state indicate le postazioni interessate
dal controllo e gli esiti delle operazioni di misura.
Il limite per queste tipologie di sorgenti corrisponde a 6 V/m dove è prevista permanenza prolungata di persone
(scuole, luoghi di lavoro, abitazioni); mentre il limite è di
20 V/m in tutti i luoghi accessibili senza previsione di
permanenza prolungata.
Le misurazioni sono state fatte in edifici pubblici e privati,
o luoghi pubblici, posti in vicinanza di stazioni di telefonia
cellulare e/ o d’impianti radiotelevisivi. Gli esiti delle misure del campo elettromagnetico nel passato sono stati resi noti
dall’Amministrazione Comunale attraverso quotidiani,
radio-tv e attraverso il giornale del comune «La Balzana» (che arriva ad ogni famiglia residente) e quotidiani con cronaca locale.
Dal 2006 i risultati sono riportati nel sito internet del
comune nella sezione Sit (Sistema Informativo Territoriale).
Nella pagina http://mapserver3.ldpassociati.it/siena/antenne/index.cfm oltre alle misure effettuate da tecnici specializzati, è riportata, su una mappa digitale del Comune, l’ubicazione degli impianti con la descrizione delle modifiche intervenute nel corso del tempo. In tal modo è possibile verificare i livelli
di campo elettromagnetico in qualsiasi luogo del comune e allo stesso tempo i cittadini possono seguire costantemente l’attività di monitoraggio. Si possono inoltre ricavare informazioni specifiche di ciascuna stazione ovvero dati sul sito (via e località), i punti e le misure effettuate (sono indicate ora e data). Con «Stampa report» si visualizzano
gli impianti presenti, lo stato dei singoli canali per gestore e i risultati delle misure sia in banda larga sia in banda stretta.
La presenza di una pianta interattiva permette, inoltre, la visualizzazione di dati relativi alla cartografia e alla toponomastica della zona, ma anche delle curve di livello e in contemporanea fornisce visioni aree della superficie
interessata. Tra le varie funzioni è disponibile una ricerca per via o località. Sarà dunque possibile avere informazioni sulla distanza della via di interesse rispetto alla stazione presa in
considerazione: ad esempio piazza Duomo a Siena dista in
linea d’aria 200 m dalla stazione più vicina ovvero quella
sita in via san Pietro di cui il sito fornisce sia il tipo sia l’altezza
d’installazione oltre al nome del gestore. Sono quindi
presenti anche le misure dei campi elettromagnetici rilevati.
Nel sito è inoltre disponibile un’introduzione alla tecnica di
radiofrequenza e in particolare si danno informazioni sulla
Srb (Stazione Radio ase) e sulla normativa italiana ed
europea. Tutte le Srb presenti nel territorio comunale sono state misurate e sono tenute sotto controllo mediante misure periodiche. Arpat, in particolare, si preoccupa di aggiornare regolarmente le misure con lo scopo di garantire il controllo del rispetto dei limiti di legge per le emissioni di campo elettromagnetico e di accertare che le caratteristiche di ciascun impianto siano uguali a quelle approvate dal comune.
Dal 2005 sempre nell’ambito della medesima convenzione
Arpat-Comune di Siena, sono inoltre svolte campagne di
monitoraggio (effettuando misure in continuo per almeno
un mese) con 3 centraline mobili che vengono posizionate presso cittadini che si rendono disponibili e/o edifici pubblici.
Queste centraline sono state acquistate dal Comune di Siena e vengono gestite da Arpat. I loro dati non sono ancora
disponibili on-line, ma è in corso da parte del Comune la predisposizione di una ulteriore sezione del sito web comunale adatta allo scopo.