La Prestigiacomo manda a casa 73 precari dell’Ispra

378

Si è cominciato da quelli meno tutelati, i diplomati. Ma sono appesi ad un filo anche tre Funzionari Amministrativi e per gli altri dipendenti in scadenza si attende un decreto legge

Dopo mesi di discussioni, promesse e mobilitazioni, partono i licenziamenti all’Ispra: il 31 dicembre, oltre 70 dipendenti dell’Istituto superiore per la ricerca e la protezione ambientale perderanno il lavoro.
I primi ad andare a casa sono i collaboratori che rappresentano l’anello più debole della catena, quelli diplomati, che pure svolgono attività istituzionali fondamentali per il buon funzionamento dell’ente. La struttura commissariale che amministra attualmente Ispra, nominata dal Governo e in particolare dal ministro dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo, ha infatti annunciato nei giorni scorsi che i contratti di 73 co. co. co. diplomati non saranno rinnovati dopo la fine dell’anno. Una