Sull’eccidio nel villaggio di Suluk Bongkal interviene Amnesty International

197

Chiede una investigazione immediata sui fatti che hanno portato alla distruzione del villaggio da parte della polizia di Riau, nell’isola dell’Indonesia. Dietro le violenze un clamoroso caso di corruzione

Un bambino di due mesi è stato ucciso dalle ustioni riportate nel rogo del villaggio, appiccato dalle forze di polizia. Un altro bambino, di due anni di età, è morto mentre fuggiva nella jungla in seguito all’attacco della polizia. Dopo aver disperso gli abitanti del villaggio con granate lacrimogene e pallottole di gomma, 300 abitazioni sono state date alle fiamme da un elicottero della polizia, che secondo gli abitanti avrebbe fatto uso di napalm, e quindi spianate dai bulldozer dell’impresa forestale interessata ai terreni del villaggio, lasciando 400 persone senza casa, a vivere nella jungla.
Due giorni più tardi un