L’ambiente acquatico: sostanze pericolose e qualità a rischio

56

La continua evoluzione delle conoscenze in campo scientifico e tecnologico, in tema di contaminati pericolosi per gli organismi acquatici e con rilevante impatto sulla salute collettiva, ha comportato progressive trasformazioni nell’approccio normativo comunitario e nazionale. L’Arpa Marche, con questa giornata di formazione a carattere multidisciplinare, rivolta a Medici, Biologi, Chimici e Tecnici della Prevenzione Ambientale e nei luoghi di lavoro del Sistema delle Agenzie Ambientali, del Sistema Sanitario Nazionale, degli Istituti Zooprofilattici Sperimentali, intende sviluppare un approfondimento degli aspetti normativi sulla direttiva quadro per le acque (Dir.2000/60) e degli aspetti applicativi, a livello nazionale e regionale, con il decreto ministeriale sulle sostanze pericolose (DM 367/03).
Gli argomenti affrontati hanno un rilevante interesse ambientale, in particolare per l’ecosistema acquatico, ed un’intensa correlazione con la salute della collettività, considerato che le attività di monitoraggio e controllo ambientale anche sui contaminanti emergenti rappresentano il presupposto delle attività di prevenzione integrata ambiente-salute. Inoltre, l’aggiornamento sulle attività di prevenzione, ricerca e controllo, riferito ai diversi gruppi di contaminanti emergenti (residui di fitofarmaci, Ipa, farmaci, alchilfenoli), costituisce un bagaglio formativo importante per tutti gli operatori pubblici e privati interessati alla definizione e gestione dei rischi per l’ambiente e la salute umana di tipo chimico, biotossicologico, microbiologico ed epidemiologico.
Gli eventi sono stati inseriti dal ministero della Salute nel programma di Formazione Continua in Medicina (Ecm) con l’attribuzione dei seguenti crediti: – Evento n. 4408-195767 (Medico Chirurgo, Biologo) 4 crediti – Evento n. 4408-195768 (Chimico) 6 crediti – Evento n. 4408-195769 (T.P.A.) 5 crediti. Ai fini del rilascio degli attestati con crediti formativi Ecm è necessario, nell’iscrizione on line compilare tutti i campi disponibili.

(Fonte Arpa Marche)