Frane e alluvioni? Ecco perché evitabili

27

Dal 2002 al 2004 è stato condotto uno studio, commissionato dal Dipartimento della Protezione Civile Nazionale(Dpcn) all’Istituto di Geoscienze e Georisorse, in cui sono state definite, a livello Nazionale, le zone a rischio di frane e alluvioni

Pubblichiamo volentieri il commento di Massimo Morigi dell’Ispra ad un recente articolo pubblicato sul disastro ambientale che vive il nostro territorio ogni volta che piove, nevica o c’è siccità. Un disastro tanto più colpevole perché evitabile: infatti abbiamo tutti gli strumenti per non creare danni e morti.

Leggo con piacere ed amarezza i suoi dati e le relative considerazioni. Chi Le scrive ha vissuto i passaggi di potere nel Dipartimento della Protezione Civile Nazionale e l’attuale Ispra.
Concordo con lei sull’importanza di un DB a livello Nazionale, come quello prodotto dal Cnr-Progetto Avi nel 1980, anche