Salute dei bambini – Greenpeace polemizza con la Prestigiacomo

45

Greenpeace ha documentato diversi casi clamorosi di rifiuti elettronici provenienti dall’Italia e poi finiti in paesi come Ghana e Nigeria, dove vengono smaltiti a mani nude dalla popolazione locale, bambini compresi, con conseguenze anche gravi per la loro salute

«L’invito di Stefania Prestigiacomo a ridurre i rischi per i bambini derivanti dall’esposizione ai prodotti chimici è in sé condivisibile, ma non rispecchia quanto fatto finora dal ministero dell’Ambiente in Italia». È questo il commento di Vittoria Polidori, responsabile della campagna Inquinamento di Greenpeace Italia, alle dichiarazioni rese oggi dal ministro nel corso del G8 ambiente di Siracusa. Greenpeace accoglie queste parole come impegno a rendere finalmente efficace e completa la normativa sui rifiuti elettronici. Infatti, «è troppo facile rispondere al ministro Prestigiacomo ? continua Polidori ? che i bambini che lei vorrebbe salvare sono esposti, in tutto il mondo,