Federparchi: mantenere separata la caccia dal controllo faunistico

33

Il presidente Sammuri ascoltato nell’ambito dell’indagine conoscitiva sui danni causati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole e zootecniche

Il presidente di Federparchi, Giampiero Sammuri, è stato ascoltato dalla commissione Agricoltura della Camera nell’ambito dell’indagine conoscitiva che la Commissione stessa sta conducendo sul fenomeno dei danni causati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole e zootecniche.
«Il controllo della fauna selvatica è fondamentale per contenere i danni, ma non può essere garantito dalla caccia», ha dichiarato per prima cosa Sammuri. Le attività venatorie e il controllo degli animali selvatici devono dunque essere mantenuti separati, prima di tutto perché interessano quasi sempre specie diverse. Molte delle specie responsabili di problemi alle colture, ad esempio, non figurano nell’elenco di quelle cacciabili.