Due premi per valorizzare l’ingegno toscano

169

Tecnologico e ambientale. Un modo per incentivare la propensione dell’imprenditoria verso la creatività, l’innovazione e la gestione intelligente delle risorse ambientali

Al via in Toscana due bandi per premiare i progetti più innovativi, sia da un punto di vista tecnologico sia ambientale.

Un’occasione per incentivare la propensione dell’imprenditoria toscana sia verso la creatività e l’innovazione sia per una gestione intelligente delle risorse ambientali e territoriali per la conservazione del patrimonio naturale.

Da una parte quindi vi è un «Premio Vespucci», dall’altra il premio «Toscana ecoefficiente».

Entrambi i premi puntano a valorizzare il «made in Toscana», l’ingegno, la professionalità dei soggetti che in Toscana hanno realizzato progetti innovativi.

– Per quanto riguarda il premio Vespucci, giunto alla sua VI edizione, sono chiamati a concorrere imprese, centri di ricerca, centri di servizio e trasferimento tecnologico, imprese insediate negli incubatori, professionisti ed anche privati, per valorizzare i progetti di innovazione e di impresa co-finanziati dalla Regione con tre sezioni dedicate: Ricerca industriale, Start up, Trasferimento tecnologico, ma questa sesta edizione offre importanti opportunità anche ai giovani, imprese e ricercatori che attraverso la creatività, i progetti e i brevetti potranno in futuro dar vita a progetti per nuovi prodotti, nuovi servizi o innovare processi aziendali.

La partecipazione al Premio è gratuita, bisogna solo compilare l’apposita domanda di partecipazione e la scheda allegata. I documenti sono scaricabili dal rispettivo sito e far arrivare le domande il 20 ottobre entro le 12.

– La III edizione del Premio «Toscana ecoefficiente», incece, si rivolge a tutti coloro che, in Toscana, hanno innovato processi, sistemi, tecnologie, e prodotti nell’ottica dell’«ecoefficienza», sviluppo sostenibile, condivisione di buone pratiche ambientali, rispetto degli aspetti etico-sociali, qualità e sostenibilità della vita dei cittadini. Possono partecipare al premio: Imprese di produzione, organizzazioni no-profit, liberi professionisti, Amministrazioni pubbliche e singoli settori della pubblica amministrazione, scuole, università pubbliche e private nel territorio toscano, tutti i soggetti aderenti alla Rete delle Agende 21 toscana, Istituzioni scientifiche e tecniche, pubbliche e private, Associazioni di cittadini, condomini, famiglie, studenti, gruppi e singoli soggetti. Tutti per realizzazioni effettuate e o prodotte in Toscana.

La partecipazione al premio è gratuita e occorre inviare la domanda di partecipazione presso la Segreteria organizzativa entro e non oltre il 31 dicembre. Tutte le informazioni, il bando e la domanda di partecipazione si trovano sul rispettivo sito.

Entrambe le iniziative sono promosse dalla regione Toscana. (S. P.)