Oscar della creatività a masseria brindisina

248

L’azienda agrituristica di Lorenzo Marco Elia a Villa Castelli è l’unica realtà del Mezzogiorno ad avere una piscina biologica. L’efficacia del sistema di purificazione è ottimale e consente di gestire un afflusso di 3.000 visitatori al giorno

La Puglia stravince a livello nazionale e si aggiudica un altro riconoscimento. Masseria Sciaiani Piccola di Villa Castelli, in provincia di Brindisi, si è aggiudicata l’Oscar delle creatività, nell’ambito di una selezione che ha visto solo 7 realtà premiate su tutto il territorio nazionale.

Ancora una volta il premio testimonia le enormi potenzialità che il settore agrituristico esprime in termini di diversificazione aziendale, multifunzionalità, coraggio e capacità di realizzare sogni.

E per dieci anni Lorenzo Marco Elia, titolare della Masseria, ha rincorso il suo sogno: creare una piscina biologica. Dopo tanti studi e ricerche è riuscito a centrare l’obiettivo.

«La piscina ha la funzione di un lago naturale – ha commentato Lorenzo – provvisto di un laghetto in cui sono state messe a dimora numerose piante che aiutano la purificazione dell’acqua, creando un’area vitale per i microrganismi. Il flusso dell’acqua è programmato e avviene attraverso alcuni strati di sabbia e breccia, permettendo ai microrganismi la purificazione permanente dell’acqua. La base per la procedura di purificazione biologica sono le piante, in stretto collegamento con un filtro di sali minerali».

Con questo metodo di costruzione non è necessario utilizzare piante nella zona adibita al nuoto. La purificazione dell’acqua viene effettuata in vasche di rigenerazione separate. Lo spazio necessario è notevole, ma l’efficacia del sistema di purificazione è ottimale e consente di gestire un afflusso di 3.000 visitatori al giorno.

«È la dimostrazione – hanno commentato entusiasticamente il Presidente della Coldiretti Puglia, Pietro Salcuni ed il Presidente di Terranostra Puglia, Gianvincenzo De Miccolis Angelini – di quanto il turismo pugliese non sia solo mare e che l’imprenditore agrituristico ha la possibilità di diventare il promotore non solo della sua attività, ma di tutto il territorio, del paesaggio, della cultura e degli stessi prodotti locali della regione che con la Legge di Orientamento ha la possibilità di vendere nella sua azienda, avvicinando le famiglie di città alla campagna. L’ospitalità nelle strutture agrituristiche assume una rilevanza fondamentale per la salvaguardia del patrimonio rurale che, oggi, è il fiore all’occhiello del turismo regionale».

L’avventura di Lorenzo ha inizio negli anni 80, quando decide di promuovere e rendere multifunzionale l’azienda agricola ereditata dai genitori. Negli anni 90, dunque, nasce l’agriturismo «Masseria Sciaiani Piccola» che si contraddistingue immediatamente per una filosofia spiccatamente «bio» che Lorenzo fa confluire nelle molteplici attività aziendali. Numerose le produzioni di qualità e rigorosamente biologiche: olio extravergine di oliva, ortaggi, frutta, allevamenti di animali da cortile, cavalli e pony. Una delle prime fattorie didattiche pugliesi, ai giovani consumatori provenienti da tutta la regione Lorenzo Marzo Elia ed i suoi familiari fanno conoscere la bellezza della vita in campagna, la salubrità delle produzioni agricole e l’immenso patrimonio di storia, tradizioni e cultura che Masseria Sciaiani Piccola custodisce.

(Fonte Coldiretti)