«Equilibri Naturali» – Sempre più adesioni

154

Cresce l’interesse verso il progetto di educazione ambientale e animazione culturale in discussione domani pomeriggio, a livello internazionale, presso l’Ambasciata Usa in Italia

Continua ad aumentare il numero di Enti Parco, Associazioni e Organizzazioni che hanno deciso di aderire alla campagna di educazione e sensibilizzazione «Equilibri Naturali», promossa dal Parco Nazionale dei Monti Sibillini per riavvicinare bambini e adolescenti e mondo naturale (contribuendo così al loro benessere e a contrastare fenomeni sempre più diffusi come iperattività, disturbi dell’attenzione, obesità, difficoltà nella socializzazione).

I primi partner a aderire all’iniziativa, lo ricordiamo, sono stati i Parchi Nazionali delle Dolomiti Bellunesi e del Circeo, l’Area Marina Protetta del Plemmirio il Parco Regionale del Po Torinese e l’Agenzia dei Parchi del Lazio. Ad essi si erano già aggiunti l’associazione MareVivo, l’Istituto Pangea e l’Arpa Sicilia, ma, negli ultimi giorni, sicuramente stimolata dalla possibilità di conoscere le iniziative in corso presso i Parchi americani e di poter scambiare esperienze nel prossimo futuro, la rete di «Equilibri Naturali» si è ulteriormente rafforzata, grazie alla partecipazione del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, del Parco Urbano dell’Irno dell’Ente Foreste della Sardegna, dell’Aigae, l’Associazione delle Guide Ambientali e Escursionistiche. Numerosi altri Parchi, nazionali e regionali stanno definendo le procedure previste per l’adesione alla campagna, coordinata dall’Aidap-Unione per i Parchi e la Natura d’Italia: è di queste ore la notizia che la Direzione Regionale Ambiente e Cooperazione tra i Popoli, della Regione Lazio ha confermato la volontà di partecipare, contribuendo alla diffusione del progetto tra tutte le circa 70 Aree Protette della Regione.

Degli sviluppi del progetto «Equilibri Naturali», nato sulla scia di un’analoga campagna «made in Usa» (No Child Left Inside), si parlerà domani (dalle 15,30 alle 17), presso l’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma, in una video conferenza internazionale, trasmessa in tempo reale ed accessibile in tutto il mondo. Nel corso della conferenza saranno messe a confronto le diverse esperienze didattiche, di formazione e di animazione culturale per combattere il distacco dei bambini dalla natura, promosse dai due progetti negli Stati Uniti e in Italia e verranno gettate le basi per future collaborazioni tra Parchi italiani e Parchi Usa. È prevista la traduzione simultanea.

L’incontro potrà essere seguito in diretta sul sito http://italy.usembassy.gov/events/2010/parkse su facebook http://apps.facebook.com/ambasciatausalive. Su entrambi i siti potranno essere inviate in diretta domande per i relatori presenti.

L’ingresso in ambasciata dovrà avvenire dall’entrata di via Sallustiana 49, dove si consiglia di arrivare non oltre le ore 15.