Il premio di Italia Futura per un progetto ecosostenibile

322

Il vincitore otterrà un finanziamento di 30.000 ? per realizzare il suo progetto. Due gli indirizzi previsti per il concorso: profit e no-profit. Il bando scade il 31 ottobre

Italia Futura, l’associazione promossa da Luca Cordero di Montezemolo, ha aperto le iscrizioni a «Accade Domani. Idee verdi per il futuro»: il vincitore otterrà un finanziamento di 30.000 ? per realizzare il suo progetto ecosostenibile.

La seconda edizione del concorso «Accade Domani» ripropone lo stesso schema dello scorso anno, dividendo i partecipanti in due categorie: profit e no-profit; la prima delle due categorie sarà dedicata a tutti quei progetti imprenditoriali che, utilizzando tecnologie innovative o nuovi materiali, hanno come obiettivo la sostenibilità ambientale; la seconda invece, riguarderà la politica di sostenibilità ambientale delle amministrazioni, e dunque dall’efficienza energetica alla mobilità sostenibile, passando per i rifiuti e la gestione del territorio. I progetti no-profit vincitori, inoltre, saranno realizzati concretamente in uno dei comuni dell’Associazione Comuni virtuosi e in uno dei comuni dell’Anci giovane. C’è tempo per partecipare fino al 31 ottobre 2010.

Dunque «un buon antidoto per migliorare la vita di tutti noi» e anche un possibile volano per qualche giovane imprenditore, come dimostra il progetto vincitore della prima edizione vinta da Raffaele Mauro con un progetto di microcredito per i commercianti e imprenditori abruzzesi colpiti dal terremoto del 6 aprile 2009.

Due, quindi, gli indirizzi previsti per il concorso: profit e no-profit. La sezione profit sarà dedicata a tutti quei progetti imprenditoriali che, utilizzando tecnologie innovative o nuovi materiali, hanno come obiettivo la sostenibilità ambientale. I progetti no-profit, invece, riguarderanno la politica di sostenibilità ambientale delle amministrazioni: dall’efficienza energetica alla mobilità sostenibile, passando per i rifiuti e la gestione del territorio. I progetti no-profit vincitori saranno realizzati in uno dei comuni dell’Associazione Comuni virtuosi e in uno dei comuni dell’Anci giovane. Italia Futura vuole stimolare la creatività dei partecipanti verso l’ultima frontiera dello sviluppo: la sostenibilità ambientale. Un buon antidoto per migliorare la vita di tutti noi.

On line ci sono tutte le informazioni. Il bando scade il 31 ottobre. (V. S.)