La giornata mondiale delle popolazioni indigene

156

Nel Sud del mondo le popolazioni indigene sono vittime di sfruttamento e discriminazione, sono sradicate dal proprio habitat e private della propria cultura

Il 9 agosto ricorre la Giornata mondiale delle Popolazioni indigene: Coopi ricorda il suo impegno a fianco dei pigmei Aka in Centrafrica e delle minoranze quechua e aymara in Bolivia.

Nel Sud del mondo le popolazioni indigene sono vittime di sfruttamento e discriminazione, sono sradicate dal proprio habitat e private della propria cultura.
Preservare e valorizzare i diritti e le culture delle popolazioni indigene è parte della mission di Coopi. I progetti sviluppati dalla nostra Associazione rientrano nell’ampia cornice di diritto internazionale [Carta dei Diritti Umani, Convenzione 169 dell’Ilo (International Labor Organization), Convenzione dell’Unesco per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale] che assicura pieni diritti civili e politici a tutte le popolazioni indigene della Terra.

Coopi da molti anni lavora a fianco di alcune popolazioni indigene per aiutarle a prendere coscienza del loro valore umano e culturale. Lo scopo degli interventi è quello di renderli consapevoli a tal punto da poter far valere autonomamente le loro istanze ai Governi di riferimento.

Dossier, approfondimenti, materiale video e fotogallery sono presenti on line.

(Fonte Coopi)