In Puglia ausili tecnologici per persone con esigenze speciali

165

L’accordo punta a sviluppare tecniche, sistemi e apparati innovativi di ausilio a supporto della persona con esigenze speciali, di mettere a punto metodi e procedure di qualificazione e certificazione di ausili, e di attivare la partecipazione congiunta a progetti di ricerca nazionali ed internazionali

Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, e Escoop, Cooperativa sociale europea, hanno presentato oggi, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso la sede della Presidenza della Giunta della Regione Puglia, la Convenzione di ricerca stipulata tra i due organismi, che si pone l’obiettivo di sviluppare tecniche, sistemi e apparati innovativi di ausilio a supporto della persona con esigenze speciali, di mettere a punto metodi e procedure di qualificazione e certificazione di ausili, e di attivare la partecipazione congiunta a progetti di ricerca nazionali ed internazionali.
Hanno preso parte alla conferenza stampa: Elena Gentile, Assessore alle Politiche Sociali della Regione Puglia, Antonio Giannatempo, Sindaco di Cerignola, Paolo Tanese, Presidente e responsabile della Convenzione per Escoop, Andrea Zanela, responsabile della Linea di Ricerca Enea «Sensoristica ed automazione per assistenza fisico-emotiva alla persona» dell’Unità «Tecnologie avanzate per l’energia e l’industria» e della Convenzione Enea-Escoop.

Con questa Convenzione, l’Enea mette a disposizione di Escoop le proprie competenze nel campo della robotica con l’obiettivo di lavorare per il trasferimento tecnologico al settore degli ausili tecnici e a quello della bioingegneria e della riabilitazione, contribuendo alla progettazione e alla realizzazione di componenti hardware e software ad alta tecnologia, di architetture di controllo innovative e di tecniche algoritmiche. Tali settori sono particolarmente interessati alla progettazione e alla realizzazione di ausili qualificati che consentano di superare vincoli e barriere e concorrano ad aumentare l’autonomia e l’integrazione sociale delle persone che si trovano in condizione di handicap.

I laboratori e le facilities dimostrative del Cercat, Centro di esposizione, ricerca e consulenza sugli Ausili tecnici, struttura tecnico scientifica della Escoop, in corso di realizzazione in Cerignola e finanziato dalla Regione Puglia all’interno del «Programma di interventi per l’infrastrutturazione sociale e sociosanitaria territoriale», consentiranno all’Enea di sviluppare attività di ricerca sperimentale nella Regione Puglia anche in questo specifico campo.

La finalità del Cercat è quella di dotare la Puglia di un Centro che prenda in carico la persona con difficoltà motorie e/o funzionali e la sua famiglia sostenendoli nella ricerca, acquisizione, collaudo ed uso degli ausili che il proprio stato richiede.

L’Enea, nel suo nuovo ruolo di Agenzia, svolge attività di promozione dell’innovazione tecnologica e di trasferimento verso i diversi settori produttivi del Paese, tra i quali il Terzo Settore che opera su problematiche sociali ed ambientali, fornendo il proprio supporto anche per facilitare l’accesso ai finanziamenti europei.

La Cooperativa sociale europea Escoop (che ha come suoi membri associazioni, cooperative, centri educativi, persone fisiche e strutture pubbliche provenienti da sei Paesi, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Spagna) si è costituita nel quadro giuridico che l’Unione europea si è dato al fine di adeguare le proprie strutture produttive alla dimensione comunitaria del mercato e di fornire alle società cooperative gli strumenti giuridici idonei a facilitare lo sviluppo di attività transnazionali, anche mediante la creazione di nuove imprese cooperative su scala europea.

Scopo di Escoop è perseguire l’interesse generale della comunità e l’integrazione sociale dei cittadini attraverso:

– la gestione, sia diretta sia per il tramite delle strutture operative dei soci, di servizi socio-sanitari, educativi e formativi a favore di persone svantaggiate;
– la gestione di attività produttive nelle quali realizzare l’integrazione e/o l’inserimento lavorativo di persone socialmente svantaggiate.

Nel corso degli anni l’Enea, su sollecitazione di diversi soggetti istituzionali locali e statali e delle associazioni di utenti, ha avviato una serie di iniziative per mettere a disposizione delle imprese del settore e delle persone con esigenze speciali il proprio know-how metodologico e tecnologico. In questo quadro, l’Enea ha istituito una specifica Linea di Ricerca che ha come obiettivo lo sviluppo della sensoristica e della automazione per l’assistenza fisico-emotiva alla persona nell’ambito del Laboratorio di Robotica.

Le suddette attività di Ricerca si concentrano su tre linee:

– La ricerca e sviluppo di ausili, sistemi tecnologici e metodi di progettazione integrata per il superamento delle barriere fisiche e degli altri elementi componenti dell’handicap. Si tratta di attività di ricerca di base e applicata su: dispositivi automatici e semi automatici di ausilio alla persona, sistemi di sensori/attuatori, modellistica per la cognizione e l’interazione con il contesto, dispositivi haptics di interfacce uomo/macchina.– Le tecnologie di augmented reality ed i sistemi informativi qualificati per offrire alle persone con esigenze speciali, alle famiglie e alle strutture di assistenza, gli strumenti per operare scelte ottimali e progettare la vita quotidiana secondo le proprie specifiche esigenze individuali.

– L’adattamento tecnologico dei processi produttivi e del posto di lavoro per l’integrazione sociale e lavorativa di persone con disabilità.

(Fonte Enea)