In Cina porte al posto di foreste

281

L’impianto è in grado di produrre 2.000 set di porte di legno al giorno. La fame di materie prime alimentata dalla rapida crescita economica della Cina ha spinto il paese a cercare risorse all’estero. La domanda di legname e carta è cresciuta rapidamente ai danni delle foreste di Indonesia, Papua Nuova Guinea e Africa

Il più grande impianto asiatico di produzione di porte in legno è entrato in produzione a Sanming, nella provincia cinese del Fujian, con una capacità annua di 700.000 porte in legno. La linea di produzione è il primo del suo genere per la produzione in serie di porte in legno in Cina. L’investimento complessivo della linea di produzione è stato 200 milioni di renminbi si tratta della più grande linea di produzione di porte in legno di alta qualità dell’Asia. L’impianto è in grado di produrre 2.000 set di porte di legno al giorno.

Nel 2008, la Power Dekor ha iniziato a produrre e promuovere porte in legno sul mercato cinese, sviluppando una rete di 300 distributori e 500 punti vendita in tutto il paese. Con la crescita della domanda, la Power Dekor all’inizio del 2010 ha avviato la costruzione di un nuovo impianto. La Cina è ormai divenuta il principale produttore e consumatore di porte in legno. Il valore complessivo della produzione di porte in legno in Cina ha raggiunto 60 miliardi nel 2009, destinati a divenire 70 nel 2010, mentre proiezioni ottimistiche suggeriscono oltre100 miliardi entro il prossimo anno. La fame di materie prime alimentata dalla rapida crescita economica della Cina ha spinto il paese a cercare risorse all’estero. La domanda di legname e carta è cresciuta rapidamente ai danni delle foreste di Indonesia, Papua Nuova Guinea e Africa.

(Fonte Salva le Foreste)