Per un’Europa efficiente usare bene le risorse

537

La Commissione europea ha chiesto agli Stati Membri che utilizzano i fondi di coesione della Ue di usare le risorse finanziarie in modo più saggio, migliorando la qualità degli investimenti, al fine di sostenere una crescita sostenibile

Indirizzi della Commissione Eu sull’uso efficiente delle scarse risorse disponibili per raggiungere entro il 2020 gli obiettivi di un’Europa efficiente.

La Commissione europea ha chiesto agli Stati Membri che utilizzano i fondi di coesione della Ue di usare le risorse finanziarie in modo più saggio, migliorando la qualità degli investimenti, al fine di sostenere una crescita sostenibile.

Questa richiesta intende favorire e promuovere l’attuazione delle 7 iniziative pilota approvate ieri e che riguardano tematiche quali:

– la crescita intelligente (economia digitale, innovazione dei prodotti e servizi, formazione e libera circolazione dei giovani),

– la crescita sostenibile (uso efficiente delle risorse, politiche industriali nella globalizzazione),

– la crescita inclusiva (nuove capacità e opportunità di lavoro, lotta contro la povertà).

La Commissione Ue sottolinea, in particolare, il fondamentale ruolo delle politiche regionali nel raggiungimento di questi obiettivi. La Commissione ritiene che le Regioni e le Autorità locali in relazione alle attuali disponibilità di risorse finanziarie per le politiche di coesione, debbano adottare negli investimenti le priorità che riguardano le seguenti aree:

– efficienza energetica;

– trasporti decarbonizzati ed a base di energie rinnovabili;

– protezione dell’ambiente naturale;

– biodiversità;

– adattamento ai cambiamenti climatici (compreso l’aumento di resilienza ai cambiamenti del clima);

– prevenzione delle catastrofi naturali;

– eco-innovazione attraverso l’utilizzo delle tecnologie Ict e tecnologie verdi.

Inoltre la qualità degli investimenti può essere ulteriormente aumentata applicando i principi di uso efficiente dell’energia attraverso tutto il ciclo di vita dei prodotti e degli acuisti verdi della pubblica amministrazione (green public procurement).

Il Comunicato della Commissione Ue fa anche riferimento ad un documento in cui è riportata un’analisi su come vengono spesi i finanziamenti per le politiche di coesione regionale. (V. F.)