Per alcuni scienziati è iniziata la sesta estinzione di massa

93

Le conclusioni in uno studio comparato con le precedenti 5 estinzioni di massa avvenute negli ultimi 540 milioni di anni in ciascuna delle quali si estinsero circa il 75% delle specie animali allora esistenti

Alcuni scienziati dell’Università della California, in un articolo pubblicato oggi su «Nature», affermano che l’attuale velocità di perdita della biodiversità e di estinzione di molte specie animali terrestri e marini è tale da aver avviato la sesta grande estinzione di massa della storia della nostra terra.

Questa affermazione deriva da uno studio comparato con le precedenti 5 estinzioni di massa avvenute negli ultimi 540 milioni di anni in ciascuna delle quali si estinsero circa il 75% delle specie animali allora esistenti. I periodi di tempo durante i quali avvennero tali estinzioni si aggiravano attorno al migliaio di anni, tempi che sono tempi brevissimi nella scala dei tempi geologici. Ebbene la velocità media di estinzione delle attuali specie critiche (soprattutto tra i mammiferi e gli anfibi) è tale da portare ad una estinzione in meno di 1000 anni. Una valutazione complessiva del tasso di perdita delle diverse specie esistenti considerate in diversi scenari di criticità futura, porta alla conclusione che tra un minimo di 300 anni ed un massimo di 2200 anni, la terra andrà incontro alla sua sesta grande estinzione di massa.

Poiché questo rischio potrà diventare reale se non si fa nulla per contrastarlo, gli autori suggeriscono di agire fin da subito per ripristinare gli equilibri degli ecosistemi, deframmentare gli habitat naturali, stabilire reti ecologiche, ma soprattutto combattere i cambiamenti climatici che sono tra l’altro causa principale di migrazione di specie invasive, di destabilizzazione degli equilibri naturali e di perdita della biodiversità. (V. F.)

L’articolo è disponibile (per gli abbonati) sul sito web.

Referenza bibliografica:

Has the Earth’s sixth mass extinction already arrived?

Barnosky, A.D. et al.

Nature, Volume: 471, Pages: 51-57, Date published: 03 March 2011, doi:10.1038/nature09678

Summary

Mass extinctions: are we there yet?

Palaeontologists recognize five major extinction events from the fossil record, with the most recent, the Cretaceous mass extinction, ending some 65 million years ago. Given the many species known to have disappeared in the past few thousand years, some biologists suggest that a sixth such event is now under way. Barnosky et al. set out to review the evidence for that claim, and conclude that the recent loss of species is dramatic and serious, but not yet in the mass extinction category – usually defined as a loss of at least 75% of Earth’s species in a geologically short time frame. But that said, there are clear indications that the loss of species now classed as ‘critically endangered’ would soon propel the world into its sixth mass extinction.