Nessun pericolo per la tribù dei Murunahua

390

Assicurazioni del governo peruviano per proteggere la riserva di una tribù incontattata dell’Amazzonia che si temeva potesse essere chiusa

Il ministero della Cultura peruviano ha promesso di proteggere la riserva di una tribù incontattata dell’Amazzonia che si temeva potesse essere chiusa.
In una nota diffusa la scorsa settimana, il ministero ha smentito le voci secondo cui sarebbe stata progettata la chiusura della riserva Murunahua e ha chiarito che il territorio è pienamente protetto dalla legge peruviana.

La polemica era stata innescata dai dipendenti del Dipartimento degli Affari Indigeni Indepa, che fa capo al ministero della Cultura, i quali avevano rivelato il progetto di chiudere la riserva nel corso di incontri con le organizzazioni locali.

Luis Lacerna, il direttore del dipartimento dell’Indepa per la Protezione, l’Economia, lo Sviluppo e il Territorio indigeni, è attualmente il solo dipendente di cui la stampa internazionale abbia reso nota l’identità.
L’Indepa è stato pesantemente criticato per non esser riuscito a prevenire il dilagare del disboscamento illegale che sta ora costringendo le tribù incontattate a fuggire dalla riserva.

Survival International ha accolto con soddisfazione l’annuncio del ministero e ha scritto al neo-eletto presidente del Perù Ollanta Humala chiedendogli in che modo il suo governo interverrà per proteggere le vulnerabili tribù incontattate del paese.

(Nella foto di Chris Fagan un appartenente ai Murunahua)