La recessione fa calare gli inquinanti atmosferici…

83

Ma nonostante questo non migliora la qualità dell’aria. In Europa e quindi anche in Italia sono molto diminuite le emissioni inquinanti: fino al 21% in un solo anno per gli ossidi di azoto

Le emissioni di inquinanti atmosferici in Europa è di molto diminuita (fino al 21% in un solo anno per gli ossidi di azoto) secondo l’ultimo rapporto dell’Agenzia europea dell’ambiente che fotografa la situazione al 2009. Ma, la riduzione è imputabile alla recessione economica e solo marginalmente alle buone pratiche di sviluppo pulito a nuove misure di contenimento dell’inquinamento atmosferico. Nonostante questo calo la qualità dell’aria nelle zone urbane non è migliorata.

L’Italia ha ridotto in modo significativo le emissioni di inquinanti atmosferici rispetto al 1990 per quanto riguarda il biossido di zolfo (-85%), ed ha più o meno dimezzato le emissioni di ossidi di azoto (-51%), i composti organici volatili (-45%). Tra il 2008 ed il 2009 la maggiore riduzione ha riguardato il biossido di zolfo (-9,7%) e gli ossidi di azoto (-6,9%).

Per saperne di più si possono consultare i documenti originali sul sito Eea.

Report

Scheda Italia