I baroni della carne ricattano il Paraguay

69

Le compagnie Bbc S.A e River Plate S.A. hanno già disboscato vaste porzioni della foresta degli Ayoreo. Indagati in giugno, dopo le immagini satellitari che svelavano la distruzione di 4.000 ettari. Ma la devastazione continua

I baroni brasiliani della carne stanno ricattando il governo del Paraguay sulla terra abitata da tribù incontattate.

L’anno scorso gli Indiani Ayoreo hanno ottenuto il diritto di proprietà della terra, ma gli allevatori rifiutano di riconoscerlo a meno che non sia permesso loro di deforestare un ampio territorio adiacente alla terra contesa, già in loro possesso.

Nel solo 2011, per ben due volte la Bbc S.A e la River Plate S.A, le due compagnie di commercio della carne coinvolte, sono state colte in flagrante mentre disboscavano illegalmente l’area per allevarvi il bestiame.

Gli allevatori sono stati indagati in giugno, dopo che Survival aveva diffuso le immagini satellitari che svelavano la distruzione di 4.000 ettari.

Tuttavia, questa settimana sono state rese disponibili nuove immagini che dimostrano che l’opera di devastazione delle compagnie continua.

Gli Ayoreo sono costretti ad abbandonare sempre più rapidamente le loro terre ancestrali sotto l’incalzante avanzare degli allevamenti che distruggono le foreste.

Qualsiasi contatto con l’esterno potrebbe essergli fatale, e la perdita della foresta natale sarebbe per loro disastrosa.

«È imbarazzante che un governo si lasci ricattare da un piccolo gruppo di commercianti senza scrupoli – ha dichiarato oggi Stephen Corry, direttore generale di Survival International -. L’amministrazione del Paraguay deve riaffermare la sua autorità riconoscendo e tutelando i diritti che gli Ayoreo hanno alla proprietà della loro terra e delle sue risorse».

(Fonte Survival International)

——-

Nella foto GAT/ Survival, una famiglia di Ayoreo isolati costretta a uscire dalla foresta invasa dai bulldozer. Il loro primo contatto è avvenuto nel 2004.