Fotografare la pace

135

Il concorso vuole favorire la lettura della Pace attraverso gli scatti e gli sguardi di bambini e adolescenti invitati ad osservare e fermare momenti che rappresentino la Pace, la gioia di essere insieme, l’Unità, il dialogo tra le generazioni, l’armonia tra persone e città

Giovedì 24 novembreè il termineper inviare i contributi al concorso fotografico «Scatta la Pace», ideato e promosso dall’Associazione di fotografi volontari Cantierimmagine di Brindisi in collaborazione con il 2° Circolo Didattico della città. Lanciato lo scorso 25 settembre, in occasione della Marcia per la Pace concomitante alla Perugia-Assisi, il concorso vuole favorire la lettura della Pace attraverso gli scatti e gli sguardi di bambini e adolescenti invitati ad osservare e fermare momenti che rappresentino la Pace, la gioia di essere insieme, l’Unità, il dialogo tra le generazioni, l’armonia tra persone e città.

Al progetto possono partecipare infatti, tutti gli studenti delle scuole pubbliche di ogni Ordine e Grado di Brindisi e provincia. Una giuria di esperti selezionerà le 30 foto più meritevoli che daranno luogo ad una mostra che verrà allestita per le prossime festività natalizie.

Questa è solo la prima di una serie di iniziative dedicate all’educazione alla pace che condurranno tutti i soggetti che hanno aderito alla marcia del 25 settembre all’appuntamento del 2012.

Regolamento e informazioni sono reperibili sul sito dell’associazione www.cantierimmagine.it e del 2° Circolo di Brindisi www.2circolobrindisi.it

Bruna Peyrot, reporter di pace presente alla Perugia-Assisi ha descritto la sua esperienza con sette parole, «Valori in corso»: non violenza, giustizia, libertà, diritti umani, pace, responsabilità, speranza.

Buona luce a tutti i giovani studenti-reporter!