Al via il Piano nazionale benessere animale

174

Vengono sottolineati gli aggiornamenti normativi in ambito di benessere animale negli allevamenti e di protezione degli animali durante macellazione ed abbattimento. Che cosa cambia

Lo scorso 28 Agosto il ministero della Salute ha diramato una nota inerente il Piano nazionale benessere animale (Pnba) 2012. In essa vengono riportate integrazioni e modifiche alla nota dello stesso Ministero con Prot. N° 13029 del 13 Luglio 2010. Vengono inoltre sottolineati gli aggiornamenti normativi in ambito di benessere animale negli allevamenti e di protezione degli animali durante macellazione ed abbattimento.

Fra le novità più salienti in materia di benessere animale vi è l’abrogazione del decreto legislativo 534/1992 e successive modifiche, che è stato totalmente sostituito dal decreto legislativo 122/2011, recante «Attuazione della Direttiva 2008/120/CEE, che stabilisce le norme minime per la protezione dei suini». Allo stesso modo dicasi per il decreto legislativo 533/1992 e ss.mm., abrogato e sostituito dal decreto legislativo 126/2011, recante «Attuazione della Direttiva 2008/119/CEE, che stabilisce le norme minime per la protezione dei vitelli».

In materia di protezione durante le operazioni di macellazione ed abbattimento degli animali, si rammenta che, a partire dal 1° Gennaio 2013, entrerà in vigore il nuovo Regolamento CE 1099/2009, relativo alla «Protezione degli animali durante l’abbattimento». Fra le attività di divulgazione di detto Regolamento, si rende noto che, a partire dal mese di settembre, sarà fruibile sul portale dell’Izsler (Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lombardia ed Emilia Romagna), per i veterinari ufficiali delle Asl e per gli operatori del settore, del materiale didattico appositamente realizzato contenente le linee guida per le buone pratiche di macellazione.

Sottolineata, infine, la richiesta alle Asl ed a tutta la Pubblica amministrazione interessata di adempiere all’obbligo di rendicontare tutti i controlli ufficiali effettuati, in particolare quelli effettuati dalle Asl competenti per territorio volte a garantire la protezione degli animali durante le operazioni di macellazione ed abbattimento. A tal proposito, andrà indicato il numero di controlli effettuati con tutte le irregolarità riscontrate e le relative prescrizioni.

Il testo normativo è disponibile in Rete.