In arrivo una bolla di calore

175

Verso la fine della settimana chi può scappi dalle grandi città come Firenze, Roma e Napoli dove le temperature potranno superare i 40 gradi. Soprattutto anziani e bambini fino alla fine del mese dovrebbero essere portati in collina e sui monti dove almeno le notti saranno sopportabili

Continua l’anomalo comportamento del mese di luglio con temperature soprattutto al nord e su parte del centro più primaverili che estive. Temporali anche di forte intensità hanno flagellato molte città del centro nord e in alcuni casi del sud. Roma nell’arco di una settimana ha subito tre forti manifestazioni meteoriche, con una tromba d’aria, che hanno mandato in tilt la circolazione della città.
Trombe d’aria anche lungo le coste del medio e alto Tirreno. Tempeste elettriche su molti litorali del medio e basso Adriatico. Al sud, sul versante tirrenico, la situazione è andata un po’ meglio e l’estate soprattutto in Sicilia e su parte della Calabria si è fatta sentire. Temporali e piogge sono stati una salvezza per i nostri boschi che al momento non hanno subito l’endemico attacco del fuoco estivo. A luglio dello scorso anno si erano già registrati molti incendi di bosco. Il problema ora è legato alla troppa erba cresciuta ovunque per le piogge; se agosto sarà caldo e siccitoso aumenteranno i rischi d’incendio.
Vediamo ora cosa ci spetta la settimana entrante.

Le previsioni

Finalmente l’estate! La settimana entrante recupererà tutto il caldo estivo perso… Se si escludono fenomeni temporaleschi limitati nelle solite aree prealpine e alpine e in quelle della dorsale settentrionale dell’Appennino, altrove bel tempo e temperature in rialzo quasi ovunque. I mari torneranno ad essere da poco mossi a calmi. Fin qui tutto OK, ma da mercoledì prossimo si cominceranno a rimpiangere le fresche serate delle settimane scorse. L’inferno di caldo anomalo che sta sconvolgendo da giorni il Medio Oriente proverà a conquistare anche il Mediterraneo e tutta l’Italia. Si teme che questo anomalo caldo africano possa verso la metà, ma soprattutto verso la fine della settimana, investirci completamente. Quindi questa «Bolla Sahariana» dovrebbe rappresentare la seconda ondata di caldo africano insopportabile del 2013 dopo la prima che abbiamo subito a giugno… Verso la fine della settimana chi può scappi dalle grandi città come Firenze, Roma e Napoli dove le temperature potranno superare i 40 gradi. Soprattutto anziani e bambini fino alla fine del mese dovrebbero essere portati in collina e sui monti dove almeno le notti saranno sopportabili.