Ormai è pieno autunno

185
foto di Stefania Petraccone

Per il prossimo week end su gran parte delle regioni ombrelli ancora aperti, a parte rapide e locali schiarite soprattutto sulle regioni nord occidentali e su quelle centrali tirreniche e adriatiche. Siamo in autunno, non dimentichiamocelo, quindi tali situazioni meteo sono normali per questo periodo

È stata una settimana «finalmente» autunnale, anzi in alcune zone dov’è caduta la neve anche invernale. In principio vento forte da nord e temperature in picchiata verso valori quasi invernali, poi con la miscelazione di aria più calda mediterranea le temperature sono tornate su livelli stagionali. Le piogge non sono mancate e soprattutto nelle Marche e in Umbria hanno causato straripamenti di fiumi e frane, nonché due vittime.
I mari sono stati fino a metà settimana agitati e le isole minori sono rimaste isolate per la mancanza di collegamenti navali causa mare forte. Verso la fine della settimana cessati i venti e diminuita la violenza del mare si è tornati su valori autunnali equilibrati. Tuttavia il maltempo si è accanito sulle estreme regioni meridionali, con piogge copiose che hanno fatto straripare molti corsi d’acqua. Allora vediamo cosa ci attende la settimana entrante.

Previsioni

Ritrovato ormai l’autunno, ci dobbiamo aspettare situazioni meteo adeguate. Quindi non deve meravigliarci se nel mar Mediterraneo si vanno formando le condizioni per la nascita di un vortice ciclonico che ci darà dei problemi ad iniziare dalla Sardegna per poi allargarsi sulle regioni tirreniche centrali. Quindi piogge anche di forte intensità e nuove mareggiate.
Il maltempo durante la giornata di lunedì e poi fino a mercoledì non risparmierà neppure il nord, dove sono previste, soprattutto sul versante occidentale, nevicate abbondanti sopra i 1.000 metri. La protezione civile ha diramato un comunicato di pericolo nubifragi tra il basso Lazio, la Campania e le coste ioniche meridionali. Il vortice ciclonico continuerà a stazionare sulla Sardegna arrecando su quest’isola forti fenomeni meteo. Meglio la situazione sul versante Adriatico dove sono previste piogge, ma non intense come sul versante tirrenico, anzi lungo le coste dell’alto e medio Adriatico prevarrà la variabilità.
Da mercoledì piogge e nevicate sulle Alpi orientali anche a quote sotto i 1.000 metri. Una breve tregua verso mercoledì pomeriggio al centro, ma durerà poco perché si prevede l’arrivo di una nuova perturbazione atlantica che porterà nuove piogge e nevicate anche sulla dorsale appenninica a quote collinari. Le temperature sono destinate a scendere di parecchi gradi. Ma non finisce qui, verso la fine della settimana è previsto un nuovo vortice ciclonico che questa volta interesserà le regioni meridionali della penisola. A causa del mare mosso, inevitabili saranno i problemi per i collegamenti navali da e per le isole minori.
Per il prossimo week end su gran parte delle regioni ombrelli ancora aperti, a parte rapide e locali schiarite soprattutto sulle regioni nord occidentali e su quelle centrali tirreniche e adriatiche. Siamo in autunno, non dimentichiamocelo, quindi tali situazioni meteo sono normali per questo periodo.