Temperatura in calo, al nord va meglio

159
foto A. Perrini

Per il week end la situazione meteo non è molto favorevole, infatti si prevede un generale peggioramento del tempo quasi ovunque con piogge sparse e nevicate sui rilievi del centro nord sopra i 1.200 metri. Le temperature resteranno stazionarie e i mari ancora mossi o poco mossi. Un miglioramento del tempo è comunque previsto verso il pomeriggio di domenica

Pioggia, pioggia e ancora pioggia. Quella appena trascorsa è stata un’altra settimana bagnata che ha causato altre tre vittime per allagamenti e incidenti causati dall’asfalto viscido. Le temperature quasi ovunque sono state di molto superiori alla media stagionale. In Sicilia si sono sfiorati i 30° C. Sulle Alpi penuria di neve e molti campi sciistici, lo scorso anno già aperti, sono restati chiusi in attesa di neve. Un autunno così caldo e piovoso non si registrava da anni. Sarà così anche la prossima settimana?

Le previsioni

Lunedì apre la settimana con un po’ di tregua, soprattutto al nord e al centro, mentre una certa instabilità interesserà ancora le regioni meridionali. Quindi sul settore nord occidentale al mattino cieli da poco nuvolosi a sereni, stessa cosa lungo le coste tirreniche. Al nord e su parte del centro saranno ancora le nebbie del primo mattino a fare da padrone. In serata purtroppo nel settore nord orientale il tempo peggiorerà, qualche nevicata, per la gioia degli sciatori, inizierà a manifestarsi sulle Alpi centro occidentali a partire da 1.200 metri. Le temperature inizieranno a calare su tutta l’Italia a causa dell’arrivo di venti dai quadranti settentrionali. Il caldo africano verrà così riportato a casa. I mari saranno generalmente mossi, molto mossi quelli della Sardegna occidentale.
Martedì un ulteriore abbassamento delle temperature causerà nevicate sulle Alpi sotto i 1.000 metri. Nel tardo pomeriggio tuttavia si assisterà, soprattutto su Liguria e basso Piemonte ad ampi rasserenamenti. Al centro il tempo peggiorerà sensibilmente sul versante adriatico, variabile invece su quello tirrenico. Anche qui temperature in ulteriore diminuzione. I venti di Maestrale e di Bora cominceranno a farsi sentire. I mari interessati da questi venti in prevalenza da Nord, Nord-Est saranno mossi e in alcuni casi agitati. Peggiora il tempo anche al Sud con piogge sparse soprattutto su Sicilia e Calabria ionica. I mari molto mossi.
Mercoledì al nord tornano i cieli sereni o poco nuvolosi con temperature ancora in diminuzione sui valori minimi. Stessa cosa al centro. Al Sud invece ancora cieli a tratti coperti con qualche precipitazione sempre in Sicilia e Calabria ionica. Anche qui temperature in calo sui valori minimi, ma stazionarie sui valori massimi. I mari sempre mossi.
Giovedì generalmente bel tempo su gran parte delle regioni, soprattutto lungo le coste, residue nuvolosità nelle zone a ridosso dell’arco alpino e della media ed alta dorsale appenninica. Temperature rientrano nella media stagionale. Al sud, tuttavia, ancora si registrerà una certa variabilità.

Attendibilità al 70%

Venerdì: Cieli prevalentemente sereni o poco nuvolosi al nord con temperature rigide al primo mattino, ma gradevoli verso il centro della giornata. Possibili banchi di nebbia lungo le valli e le pianure più interne. Stessa cosa al centro e al sud. Tuttavia sulla Sardegna i cieli saranno da poco nuvolosi a coperti, con qualche breve precipitazione nelle zone più interne. I mari da molto mossi scenderanno a mossi.
Per il week end la situazione meteo non è molto favorevole, infatti si prevede un generale peggioramento del tempo quasi ovunque con piogge sparse e nevicate sui rilievi del centro nord sopra i 1.200 metri. Le temperature resteranno stazionarie e i mari ancora mossi o poco mossi. Un miglioramento del tempo è comunque previsto verso il pomeriggio di domenica.