Fotografare il patrimonio geologico pugliese

146
foto di A. Fiore

L’iniziativa, totalmente gratuita, promossa da Sigea con il sostegno della casa editrice Zanichelli

Una delle maggiori caratteristiche ambientali della Puglia è la sua conformazione geologica ed in particolare la carsicità. In genere i visitatori sono presi dalla bellezza del paesaggio che deriva dal mare, dalle grotte e dai centri abitati. Ma tutto deriva dalla geologia della regione. Dalle cavità marine a quelle dell’interno alle pietre usate per abbellire palazzi, strade e muretti a secco.

Per esaltare questa peculiarità molte sono le iniziative che sono state realizzate nel tempo ed ultimamente va segnalata l’attenzione che viene data proprio ai geositi grazie all’impegno di Sigea, la Società italiana di geologia ambientale. 
È sua l’iniziativa presa in collaborazione con la Casa Editrice Zanichelli nell’organizzazione del concorso fotografico «Scopri e fotografa il patrimonio geologico della Puglia».
Questa prima Edizione è dedicata agli studenti ed è totalmente gratuita.
Possono partecipare tutti gli studenti delle scuole medie superiori della Puglia che sono interessati a condividere le emozioni ricevute attraverso la rappresentazione di uno degli aspetti dei «paesaggi geologici» della regione; riprese a volte estemporanee e inattese, spesso realizzate durante passeggiate o lavori di rilevamento, quando si prova un forte desiderio di non perdere quella forma, quel cromatismo, quel bel gioco bizzarro ed irripetibile di forme ed ombre che solo la natura riesce a creare.

Cliccando qui è possibile scaricare il regolamento e la locandina.