Condividere esperienze per uno sviluppo sostenibile

239

Il progetto Gelso risponde all’esigenza di avere a disposizione una banca dati sulle buone pratiche per la sostenibilità locale che sia uno strumento di lavoro a disposizione delle Pubbliche amministrazioni, delle associazioni ambientaliste, dei tecnici, dei consulenti ambientali, dei cittadini e di tutti coloro che siano interessati a quanto di innovativo si stia facendo nel campo dello sviluppo sostenibile

L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra), attraverso il progetto Gestione locale per la sostenibilità (Gelso) lancia il Contest «Making Global Goals Local Practice» per la raccolta di buone pratiche di attuazione a livello locale degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile per l’ambiente.
Un contest che ha come finalità quella di aiutare a comprendere come tradurre gli obiettivi di sviluppo sostenibile per il 2030 delle Nazioni Unite in scelte operative a livello locale e come orientare verso lo sviluppo sostenibile le strategie e le azioni dei diversi soggetti attuatori.
Ma in cosa consiste il progetto Gelso?
Il progetto Gelso risponde all’esigenza di avere a disposizione una banca dati sulle buone pratiche per la sostenibilità locale che sia uno strumento di lavoro a disposizione delle Pubbliche amministrazioni, delle associazioni ambientaliste, dei tecnici, dei consulenti ambientali, dei cittadini e di tutti coloro che siano interessati a quanto di innovativo si stia facendo nel campo dello sviluppo sostenibile.
Gelso è inserito tra i sistemi di monitoraggio locale nel rapporto italiano sull’attuazione della «Strategia europea per lo sviluppo sostenibile»; è riconosciuto come strumento di attuazione dell’art. 5 della Convenzione di Aarhus in tutti i Rapporti nazionali sull’attuazione della Convenzione redatti dal ministero dell’Ambiente ed è inserito tra i case studies on Electronic Infomation Tools, pubblicati sul sito dell’United Nations Economic Commission for Europe (Unece); è inoltre inserito nel Rapporto annuale «Qualità dell’ambiente urbano» di Ispra.
L’obiettivo primario di Gelso è creare una rete attiva di scambio di informazioni tra le Amministrazioni locali in settori di intervento delle politiche sostenibili che spaziano dalle strategie partecipate e integrate all’agricoltura, dall’edilizia e urbanistica all’energia, dall’industria alla mobilità, e poi ancora rifiuti, territorio e paesaggio, turismo.
Ma torniamo al Contest «Making Global Goals Local Practice»…

I Temi del Contest sono:

– Città e comunità sostenibili
#mobilità #partecipazione #pianificazione urbana e territoriale #qualità dell’aria #verde urbano
– Produzione e consumo responsabili
#economia circolare #produzione e consumo sostenibile #spreco alimentare #prevenzione #riduzione #riciclo #riuso #bilancio di sostenibilità # Green Public Procurement #stili di vita #turismo sostenibile
– Lotta contro il cambiamento climatico
#adattamento ai cambiamenti climatici #riduzione delle emissioni climalteranti #Piani di Azione Locale

Le modalità di adesione al contest, entro il 26 maggio 2017, si basano sulla segnalazione volontaria delle iniziative da parte dei diversi soggetti promotori ossia enti locali, agenzie ambientali, enti di ricerca, scuole e università, associazioni, soggetti privati che siano promotori di progetti in corso di attuazione o attuati nel corso del quinquennio 2012-2017.
Sul sito Ispra è presente il Regolamento di partecipazione, la Scheda Candidatura.
Le candidature presentate saranno oggetto di una selezione preliminare per l’ammissibilità al Contest e pubblicate sul sito di Gelso.
La successiva selezione dei migliori progetti avverrà mediante una votazione online che sarà aperta proprio nel corso della European Sustainable Development Week in programma dal 30 maggio al 5 giugno 2017.
Un carattere «dinamico» quello del progetto Gelso tipico del concetto di sostenibilità che implica la necessità di aggiornare periodicamente gli strumenti disponibili per la sua attuazione oltre che permettere la continua collaborazione di quanti operano nel campo dello sviluppo sostenibile e che ritengono utile mettere a disposizione di tutti il loro lavoro e le loro esperienze.