La natura della Majella

0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dal 1° al 21 agosto la mostra di Morena Antonucci

A Torino lo spettacolo è green

0
Tempo di lettura: < 1 minuto

La più diffusa manifestazione mondiale, ideata per promuovere azioni positive a tutela dell’ambiente. Saranno rappresentati 100 film di grande livello ma non solo cinema: numerosi appuntamenti letterari e iniziative «verdi» come FierAmbiente, il mercato eco-sostenibile, il Bike Pride

Parlare d’ambiente, un premio che ricorda Mazzotti

Tempo di lettura: 3 minuti

Aperto il bando della XXXVIII edizione del Gambrinus Giuseppe Mazzotti. Tutte le sezioni del concorso sono ispirate alle sue battaglie, un intellettuale che anticipò con intuizioni e strategie il moderno marketing territoriale. Quest’anno è possibile concorrere con opere edite dal 1° gennaio 2018 al 30 aprile 2020. Il termine di partecipazione è il 9 maggio 2020

Sostenibilità ambientale, per 8 italiani su 10 è una reale emergenza

0
Tempo di lettura: 3 minuti

(Adnkronos) – Dalla mobilità ai consumi, le famiglie italiane sono sempre più attente ai temi legati all’ambiente: 8 italiani su 10 considerano la sostenibilità ambientale un criterio di scelta nei comportamenti quotidiani, mentre ritengono che le questioni legate al cambiamento climatico e all’economia circolare siano una vera emergenza e che il livello di attenzione mostrato dalle istituzioni italiane verso queste tematiche negli ultimi dieci anni sia insufficiente. Sono alcuni dei dati emersi da un’indagine condotta dall’istituto Eures per conto di Adoc-Associazione per la difesa e l’orientamento dei consumatori, Cittadinanzattiva, Federconsumatori, Udicon-Unione per la Difesa dei Consumatori e Unione Nazionale Consumatori (Unc).

Frutti dimenticati e biodiversità recuperata

Tempo di lettura: 4 minuti

Il tema dei frutti antichi e dimenticati risulta vasto e complesso e vede la sua individuazione e definizione aprire processi lunghi e difficili, soprattutto in Italia, dove il patrimonio varietale di interesse agrario è ricco, grazie all’eterogeneità geologica, pedo-climatica, ecologica e agroambientale. Pubblicato un altro Quaderno Ispra

Tutuch, Uccello Tuono

0
Tempo di lettura: 2 minuti

di R. Melillo, edizione Mephite

Pagine: 256 | Costo ?: 16.00

Attraverso la sua esperienza personale, l’autrice, che svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Filosofia «A. Aliotta» dell’Università Federico II di Napoli, dà spazio alle diverse e numerose popolazioni («Nazioni») indigene del Canada, ciascuna con le proprie tradizioni ed espressioni culturali, tutte dalla tradizione millenaria.
Il libro si divide in due sezioni fondamentali, oltre ad essere arricchito da documenti storici tra cui la «Dichiarazione delle Prime Nazioni» e discorsi del celeberrimo «Cavallo Pazzo», mistico molto riverito e capo degli Orlala Sioux, entrambi saggi della concezione «cosmica» dell’esistenza che queste popolazioni hanno.
Nella prima parte l’autrice prova, tra difficoltà di cui fa testimonianza, ad avvicinare il lettore alle concezioni del mondo di ricchissima spiritualità proprie di queste comunità, che hanno sempre vissuto basandosi sul principio della condivisione piuttosto che su quello della competizione; visioni che potrebbero racchiudere importanti spunti di riflessione anche per l’uomo occidentale, nell’auspicabile tentativo di riportare il terzo millennio dal probabile vicolo cieco dell’individualismo sfrenato verso le mete della solidarietà e della cooperazione sociale.
Nella seconda parte è raccolta una serie di interviste fatte dall’autrice ad alcuni esponenti delle varie comunità. Il questionario tocca i punti nodali della vita dell’uomo; si passa da domande sulla creazione a quelle sui concetti di proprietà, di giustizia e sull’essenza ultima dell’uomo. Tutti concetti cruciali per tentare di capire la postura indigena nei confronti della realtà terrena e ultraterrena, il loro pensiero politico e sociologico, il loro concetto di capo e di gerarchia; la posizione della donna nei rapporti sociali, molto più rilevante di quanto possa risaltare da film o da altri ritratti dell’industria occidentale nel tentativo primigenio dell’uomo, di qualunque etnia, di conservare il suo posto al centro del mondo, nell’estremo tentativo di restare vicino al Sacro, elargitore dell’esistenza e del senso delle cose e della vita.

Claudio Mundo

(05 Maggio 2005)

Quando la povertà è più forte della tecnologia che portiamo

Tempo di lettura: 4 minuti

Spegnere il buio… intervista a Teresio Asola

Un manager va in Madagascar per portare soluzioni energetiche che diano la luce ma è lui a ricevere un altro tipo di luce dagli sguardi dolci e dall’incedere dignitoso delle persone semplici…

C’è un «Grande Orecchio» all’Isola di Albarella

Tempo di lettura: 2 minuti

La celebrazione della Giornata internazionale degli Oceani con un’installazione artistica dedicata alla natura. Anteprima della mostra «Evoluzioni» che si svolgerà quest’estate: «Il Grande orecchio» di Officinadïdue per celebrare l’ecosistema marino

Beni culturali agricoltura e territorio

0
Tempo di lettura: 2 minuti

di Stella Agostini, Paola Pizzingrilli, Paolo Rausa

edizione Maggioli Editore

 «Beni culturali agricoltura e territorio» è il titolo del libro «riproposto» da Stella Agostini, Paola Pizzingrilli e Paolo Rausa. Si tratta in realtà di una riedizione con aggiornamenti di un precedente saggio, Libreria Clup Soc. Coop. Milano, del 2006.
Il saggio riproposto ora da Maggioli Editore analizza, attraverso la storia degli insediamenti rurali, patrimonio dell’umanità, il rischio di scomparsa delle loro tracce e della cultura materiale, allo stesso tempo esplora le possibilità di un loro utilizzo armonioso con il resto degli edifici urbani.

«Nella sfida quotidiana ? si legge nel risvolto di copertina ? fra consumo di suolo e agricoltura è fondamentale comprendere se i beni culturali prodotti dall’agricoltura possano ancora avere un ruolo nelle nuove politiche di governo del territorio, o se siano solo vuoti agricoli in attesa di altre destinazioni d’uso.
«Una ricerca condotto su quattro insediamenti rurali, inseriti in forti pressioni di trasformazione, è stata l’occasione per sviluppare un originale metodo di analisi del patrimonio rurale che approfondisce le indicazioni internazionali di salvaguardia dei beni culturali.
Attraverso un excursus delle esperienze in corso nell’area urbana e metropolitana milanese, viene presentata una griglia di lettura che individua le caratteristiche d’identità locale degli insediamenti rurali, ne valuta l’incidenza dei nuovi progetti e ne definisce le relazioni con il contesto e la cittadinanza.
«Il volume, nuova edizione aggiornata di una pubblicazione diffusa a livello locale con i primi risultati della ricerca («Il Patrimonio rurale vernacolare al margini della metropoli» ), indica i modi di una pianificazione integrata e partecipata capace di valutare la sostenibilità culturale delle esigenze di sviluppo e gestirne al meglio le risorse e le funzioni ambientali».

Gli autori

Stella Agostini, architetto, dottore di ricerca in Genio Rurale, è ricercatore presso il DiPsa (Dipartimento per la Protezione dei Sistemi Agroalimentare e Urbano e Valorizzazione delle Biodiversità) della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Milano, dove svolge attività didattica e di ricerca sui temi della progettazione e del recupero dell’architettura rurale. È esperto di patrimonio rurale e paesaggio agrario, consulente di numerosi enti e autore di testi e memorie scientifiche sulla materia.

Paola Pizzingrilli, laureata in Beni Culturali, è impegnata nello studio delle tradizioni popolari. Si occupa di percorsi educativi rivolti all’infanzia e collabora con Legambiente nell’ambito dei progetti legati alla protezione dell’ambiente e delle culture locali.

Paolo Rausa, laureato in lettere classiche, è stato docente di letteratura latina e greca nei licei. Impegnato nell’attività consigliare amministrativa e professionale, opera nel Corpo Forestale dello Stato. Attivo ambientalista, ha fondato nel 1995 l’Associazione per la salvaguardia e la valorizzazione di Viboldone, di cui è Presidente.

Agricoltura, è finito il tempo delle deleghe

0
Tempo di lettura: 3 minuti

O ce la facciamo con il nostro cervello a capire la gravità della situazione e la necessità di prendere iniziative o il nostro destino è segnato e, secondo una scuola di pensiero, va verso la nostra estinzione. I contenuti del Trimestrale

È l’ora di rottamare il Pil

0

Tempo di lettura: 4 minuti Troppi e irreversibili i danni al Pianeta L’assalto alle risorse naturali diventa sempre più violento, la cementificazione avanza, incombe la desertificazione, il territorio viene sterilizzato, e sono smantellati pezzo per […]

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.

Fanculo il Pil

0
Tempo di lettura: < 1 minuto

Al Teatro allo Scalo (Via dei Reti, 36 a Roma) da giovedì 15 dicembre 2011 a domenica 8 Gennaio 2012

È in corso un’inversione rapida dei Poli

0
Tempo di lettura: 3 minuti

Cosa comporterebbe per la vita terrestre se i poli magnetici dovessero invertirsi? Questa «frenesia» di spostamento veloce dei poli magnetici è iniziata da circa 400 anni e poi con tappe più o meno «tranquille» di 30/40 anni dal 1950 ha preso a «correre»

L’umbra de la sira

0
Tempo di lettura: 4 minuti

Fernando Rausa, Edizioni Atena

Stradivari e non solo, in ricerca del suono perfetto

0

Tempo di lettura: 2 minuti Un esperimento coordinato dal Cnr ha messo a confronto il suono di diversi violini e individuato la combinazione di qualità sonore che rende più gradevole il suono di uno Stradivari

Non puoi leggere tutto l'articolo perché non sei un utente registrato!

Registrati oppure esegui il login.

Cinemambiente cambia stagione

0
Tempo di lettura: 2 minuti

Tornano ad accendersi i riflettori su Cinemambiente, il più importante festival cinematografico italiano dedicato alle tematiche ambientali, in programma a Torino dal 1° al 6 giugno

Ri-ciclo. Uno sguardo oltre i rifiuti

0
Tempo di lettura: 3 minuti

Dal 15 al 26 marzo Mostra fotografica di Ico Gasparri con quarantotto opere fotografiche di grande formato e una lastra di alluminio antisdrucciolo

De rerum naturae

0
Tempo di lettura: 3 minuti

Alla Visionquest gallery, Piazza Invrea 4r, dal 6 ottobre al 17 novembre dal mercoledì al sabato 15,30 – 19,30

A Molfetta la Marcia per la Pace

0
Tempo di lettura: 2 minuti

Tante e profonde le sollecitazioni che il Papa offre al mondo intero con la speranza convinta che «il 2016 ci veda tutti fermamente e fiduciosamente impegnati, a diversi livelli, a realizzare la giustizia e operare per la pace»