La Groenlandia è il «tallone d’Achille» del pianeta

270

Per lo scienziato tedesco Hans Joachim Schellnhuber le emissioni di CO2 dovrebbero essere dimezzate entro il 2050, un obiettivo che per i paesi industrializzati comporterebbe riduzioni dell’80%-90%

Il quadro del cambiamento climatico globale è più serio del previsto e la situazione potrebbe sfuggire di mano se le temperature dovessero salire di soli due gradi centigradi: sono le previsioni di Hans Joachim Schellnhuber, direttore dell’Istituto di Potsdam per le ricerche sul clima e consigliere del governo tedesco sull’ambiente.

Schellnhuber ha spiegato che il cambiamento climatico sta avvenendo a un ritmo ben più veloce rispetto alle previsioni di molti esperti e governi nel mondo. In particolare, l’esperto ha sottolineato che il modello climatico del Polo Nord «è già cambiato» a causa dell’attuale tasso