Risparmiare energia? Un kit con le istruzioni per l’uso

207
eolico energia

Saranno offerte ai cittadini informazioni su opportunità, vantaggi e modalità per il risparmio energetico nelle case. Ai tavoli sarà possibile anche prenotare un check-up gratuito dell’efficienza energetica della propria abitazione

Di fronte ad una bolletta tutti si convincono che risparmiare energia sarebbe utile. Ma quanto davvero facciamo per risparmiarla? Quanto i cittadini sanno delle possibilità e delle opportunità che hanno per rendere energeticamente più efficiente la propria casa?
Un sondaggio commissionato da Wwf e Ras ed effettuato da Makno & Consulting ha evidenziato che:
Il 74,5% dei toscani sa cosa sono e a cosa servono i pannelli fotovoltaici , ma meno della metà sa di cosa si parla quando si cita la parola cogenerazione o quando si nominano le valvole termostatiche.
Il 77% degli intervistati inserisce il consumo energetico fra i parametri che incidono significativamente sulla scelta di un elettrodomestico al suo acquisto (qui la Toscana è quinta in Italia, dall’83% del Piemonte al 61% della Puglia) e l’87,9% dei toscani ha acquistato nell’ultimo anno una lampadina a basso consumo.
Però una complessiva corretta conoscenza dell’impatto delle tecnologie e dei comportamenti domestici sul risparmio energetico è stata rilevata solo nel 26% degli intervistati (nelle varie Regioni ci si posiziona fra il 29% e il 19%, con la Toscana nella parte alta della classifica, ma in una classifica in realtà tutta «a voti bassi»).
Solo il 6,4% dei Toscani sa cosa sono le Energy Service Company (Esco) e il finanziamento tramite terzi.
Una volta però spiegato di cosa si tratta e della possibilità di mettere in efficienza la casa tramite pagamento della bolletta energetica ad una società specializzata senza costi aggiuntivi, il 46,1% ha giudicato molto interessante l’ipotesi e il 35,7% abbastanza interessante.
Il 31% degli intervistati ritiene che il proprio Comune non faccia nulla per il problema dei consumi energetici, dato sicuramente migliore di altre Regioni (in Abruzzo si arriva al 76% e in Campania al 66%), ma è comunque un dato che deve fare riflettere le Amministrazioni.
Quanto si può risparmiare all’anno adottando semplici accorgimenti domestici?
Dal 20 al 30% dei consumi, ma solo il 29% degli intervistati pensava ad una quota così alta.

L’iniziativa «Generazione Clima» del Wwf

Per aiutare gli italiani a rendere più efficienti le loro abitazioni e per aiutare così il nostro ambiente e il nostro clima, il Wwf ha lanciato l’iniziativa Generazione Clima, che culminerà con un evento in 180 piazze italiane il 2-3 dicembre, e che ha lo scopo di influire sulle nostre scelte quotidiane.
Lo spreco di energia è strettamente legato ai cambiamenti climatici in atto che rischiano di alterare, con conseguenze imprevedibili, l’equilibrio del nostro Pianeta. È quindi necessario un impegno di tutti, cittadini e istituzioni.

Il 2-3 dicembre prossimi il Wwf sarà in piazza in 17 città della Toscana. «GenerAzione Clima, efficienti per natura» è un evento dedicato ai cittadini che vedrà coinvolti i tecnici e i volontari dell’associazione, aziende, enti di ricerca, tutti dalla parte del risparmio energetico e del clima. Obiettivo: dare voce alla «generazione clima» e promuovere l’efficienza energetica nelle case degli italiani. I cittadini potranno prenotarsi per un «check up efficienza» gratuito nella propria casa avvalendosi dei tecnici qualificati appositamente formati per questa iniziativa. Presso speciali allestimenti si potrà scoprire come rendere più efficienti le proprie case partendo da piccoli accorgimenti che fanno bene alle tasche, al clima e all’ambiente in generale. Verrà consegnata una borsa «GenerAzione Clima» con informazioni utili per diventare «energeticamente» efficienti, una lampadina a basso consumo, recapiti e indirizzi per consulenze, i conti della bolletta di un anno vissuto in efficienza messi a confronto con quelli attuali generalmente caratterizzati da inutili sprechi.

Nell’ambito del progetto il Wwf ha deciso di realizzare «in primis» anche un vero e proprio progetto di formazione in materia di «efficienza energetica e cambiamenti climatici» dedicato a circa 700 tra tecnici e volontari che hanno aderito all’evento Generazione Clima. L’attività formativa, realizzata con Enea, ha coinvolto (attraverso Confartigianato, Confapi e CNA, partner dell’iniziativa) tecnici della piccola e media impresa appartenenti a tutti i settori che contribuiscono alla messa in efficienza delle case degli italiani (edile, termo-idraulico, elettrico…). Questo tipo di formazione ha un potenziale di coinvolgimento del comparto già esistente di quasi 1.300.000 addetti (354.000 nelle attività di installazione e manutenzione di impianti e 990.000 nel comparto dell’edilizia), che a buon diritto possono diventare i tecnici esperti in efficienza delle abitazioni.
Partner dell’iniziativa è anche EscoItalia.

Per informazioni sulla localizzazione dei tavoli:
Wwf Sezione Toscana 055-477876
Sito internet: www.wwf.it/generazioneclima

A fianco del Wwf, sostenitori strategici sono il Ministero dell’Ambiente (Direzione Generale, Ricerca ambientale e Sviluppo) e RAS (Gruppo Allianz). L’iniziativa è stata possibile grazie anche al contributo di Pirelli Ambiente, società del gruppo Pirelli.
Generazione Clima ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e il patrocinio della Commissione europea, del Ministero dell’Ambiente e del Ministero dello Sviluppo economico.

(Fonte Wwf)
(01 Dicembre 2006)