Sonia Cantoni presidente dell’Associazione delle Arpa

385

L’Associazione promuove presso gli interlocutori di livello nazionale, istituzionali e non, tutte le iniziative a tutela degli interessi degli associati. Gli obiettivi di Assoarpa sono sviluppati in stretta coerenza e integrazione con gli obiettivi di Apat, l’Agenzia nazionale

Si è tenuto a Firenze l’incontro delle Agenzie regionali e provinciali per la protezione ambientale costituite in «Assoarpa». L’associazione ha lo scopo di realizzare elevati livelli di integrazione e di sviluppo, e quindi di continuo miglioramento, delle politiche delle Agenzie regionali e provinciali nelle materie di competenza, con attenzione ai sistemi di finanziamento, all’organizzazione del lavoro, allo sviluppo delle risorse umane, alla gestione dei rapporti di lavoro e delle relazioni sindacali.
Assoarpa, nata alla fine degli anni 90, promuove presso gli interlocutori di livello nazionale, istituzionali e non, tutte le iniziative a tutela degli interessi degli associati. Gli obiettivi di Assoarpa sono sviluppati in stretta coerenza e integrazione con gli obiettivi di Apat, l’Agenzia nazionale.
L’associazione intende contribuire al consolidamento del ruolo e alla crescita di un sistema agenziale caratterizzato da terzietà, autonomia scientifica, gestionale e programmatica, omogeneità, alta qualità e capacità di intervento sul piano tecnico scientifico, nonché da multireferenzialità. Ciò significa contribuire ad un’equa tutela dei diritti di tutti i cittadini ad un ambiente salubre. Il Sistema delle Agenzie Ambientali istituito nel 1994 a seguito del Referendum sui controlli ambientali, oltre all’Agenzia per la protezione del l’ambiente e per i servizi tecnici (Apat) conta oggi la presenza sul territorio nazionale di 20 tra le Agenzie Regionali (Arpa) e delle Province Autonome (Appa). È un esempio di sistema federativo consolidato, che con gli oltre 9.800 operatori addetti a livello regionale e provinciale, coniuga conoscenza diretta del territorio e dei problemi ambientali locali garantita da azioni di controllo sulle attività e monitoraggio dello stato delle risorse ambientali, con il supporto tecnico alle politiche nazionali e locali di prevenzione e protezione dell’ambiente, così da costituire punto di riferimento, tanto istituzionale quanto tecnico-scientifico, per l’intero Paese.
Alcune cifre rappresentano l’impegno del Sistema delle Agenzie: nel 2005, le aziende controllate sono state oltre 17.000 e più di 300.000 sono stati i rilievi analitici e di misura eseguiti su tutto il territorio italiano. Mentre per i monitoraggi sulle risorse ambientali, le cifre crescono a oltre 18.000.000 rilievi effettuati.
Nel corso della riunione dei Direttori Generali, che si è svolta a Villa Montalto, è stato nominato il nuovo Ufficio di Presidenza, composto dai Direttori Generali delle Arpa Liguria Bruno Saracco, Molise Luigi Petracca, Sardegna Carla Testa, Sicilia Sergio Marino e Toscana, Sonia Cantoni. Eletto anche il Presidente, è Sonia Cantoni (nella foto) dell’Arpa Toscana. Presidente e Ufficio di Presidenza rimarranno in carica per tre anni.

(Fonte Arpat)
(26 Ottobre 2007)