Ora l’Italia punta sulle rinnovabili

204

Nel 2004 la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili dovrà essere del 2,35% di quella immessa in rete e negli anni successivi aumentare dello 0,35% l’anno

L’Italia attacca la spina alle energie rinnovabili. Già nel 2004 la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili dovrà essere del 2,35% di quella immessa in rete e negli anni successivi aumentare dello 0,35% l’anno. Questo quanto prevede il decreto legislativo che recepisce la direttiva 77/CE/2001 che ha avuto oggi il via libera definitivo dal Consiglio dei Ministri.
«Il provvedimento – ha dichiarato il ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio, Altero Matteoli – avvia nel nostro Paese un ciclo energetico virtuoso in cui le fonti rinnovabili cominciano ad incidere. Il rischio clima e gli impegni del Protocollo di Kyoto