Rischia di morire il turismo sul Gargano

346

«Il sistema di offerta turistica del Gargano è costituito essenzialmente dal monoprodotto religioso di San Giovanni Rotondo e dalla monocultura turistica del mare. Questo oggi non basta»

Il Gargano o si rinnova turisticamente o muore. Il grido d’allarme è stato lanciato dal presidente del Parco nazionale del Gargano, Matteo Fusilli, alla Borsa Internazionale del Turismo che si sta tenendo nel capoluogo lombardo.
Il Presidente del Parco ha anche criticato gli amministratori e operatori turistici, rei secondo Fusilli di non aver ancora capito che è giunto il momento di cambiare strategie per salvare un comparto che altrimenti rischia di andare in crisi profonda. «Per il Gargano – ha detto – è giunto il momento delle scelte strategiche, delle decisioni impegnative. Siamo al bivio e dobbiamo, insieme, scegliere