Frane e inondazioni: Arpa Emilia Romagna leader di un progetto comunitario

142

Il piano di lavoro, denominato «Risk aware», ha l’obiettivo di gestire il rischio idrogeologico e le emergenze, e di prevenire i disastri come inondazioni e frane

Arpa Emilia Romagna coordinerà nei prossimi 3 anni il Progetto comunitario «Risk Aware». Il progetto, co-finanziato dall’Unione europea, con 2,6 milioni di Euro in 3 anni (751mila Euro ad Arpa e Regione Emilia Romagna), ha l’obiettivo di gestire il rischio idrogeologico e le emergenze, e di prevenire i disastri come inondazioni e frane, in assoluto tra le calamità naturali più dannose in termini di perdita di vite umane e danni economici.
Negli ultimi 100 anni in Italia sono stati registrati 4.016 eventi fatali, di cui 2.114 di frana (52,64%) e 1.902 d’inondazione (47,36%). In questo periodo vi sono state 12.614 vittime, di cui almeno 7.525 per frana in 1.102 eventi, e almeno 5.089 per inondazione in 878 eventi. Il numero degli sfollati e dei senzatetto ha superato le 700.000 persone, di cui almeno 537.900 a causa di inondazioni e almeno 162.300 a causa di frane.
In Emilia Romagna negli ultimi 50 anni si sono verificati 23 eventi alluvionali che hanno provocato allagamenti di una superficie pari a 3.361 kmq. Sempre in Emilia Romagna il numero degli eventi franosi è di 32.337, per una superficie interessata di 2.554 Kmq.
«Per far fronte ai sempre più frequenti eventi calamitosi e prevenire i danni al territorio e alla popolazione – ha dichiarato Marioluigi Bruschini, Assessore Difesa del suolo e della costa. Protezione civile della Regione Emilia Romagna – è fondamentale che le decisioni delle Amministrazioni pubbliche – in fase di programmazione e di gestione delle emergenze – siano supportate dalle conoscenze tecniche nel più ampio senso del termine: integrando il contributo del mondo della ricerca nel campo della meteorologia, dell’idrologia e della geologia, dei servizi meteorologici e idrometeorologici regionali e nazionali e della Protezione civile. Integrazione e collaborazione che sono alla base di questo Progetto».
Alla realizzazione di Risk Aware concorrono tredici organizzazioni appartenenti ad Italia, Germania, Austria, Polonia e Croazia. Per l’Emilia Romagna, oltre al Servizio Idrometeorologico di Arpa, partecipa al progetto il Servizio Geologico Sismico e dei Suoli della Regione.
Oggetto degli studi saranno gli eventi meteorologici intensi che sempre più spesso colpiscono l’Europa. Alcuni esempi estremamente rilevanti di ciò sono le devastanti alluvioni avvenute recentemente lungo il corso del Danubio (Austria, Repubblica Ceca e Ungheria, 2002), dell’Odra (Polonia, 1997), del Po (Italia, 2000). Altre tipologie di eventi meteorologici a rapida evoluzione temporale «flash-flood», spesso inducono fenomeni franosi, quali ad esempio quello di Sarno (1998) dove circa 300 persone hanno perso la vita.
Questi disastri dimostrano chiaramente che l’attuazione di misure per la prevenzione del rischio idrogeologico e la gestione dell’emergenze devono essere sviluppati a livello trans-nazionale.
Il progetto è finalizzato allo sviluppo di un sistema integrato per la gestione ed elaborazione di dati meteorologici, di diversa natura, e per l’integrazione di prodotti meteo con dati e applicazioni nel settore idrogeologico. Il team del progetto è stato selezionato e costituito con l’obiettivo di creare un insieme unico di competenze tecnico-scientifiche per affrontare efficacemente le problematiche.

Fonte: Arpa Emilia Romagna