Vicenza – Il «Polo conciario» punta all’«Emissions trading»

481

Vi aderiscono 16 comuni della provincia di Vicenza. «Non si tratta di limitare i nostri interventi alla regolamentazione dei flussi di traffico e al controllo degli inquinanti PM10 ? ha sottolineato l’assessore Formenton ? ma di intraprendere misure atte ad evitare il peggioramento della qualità dell’aria, con una pianificazione di lungo periodo e l’estensione degli interventi anche ai comuni della provincia»

Individuazione dei requisiti ambientali degli insediamenti produttivi dei vari comuni, adozione del sistema di «Emissions Trading», relativo allo scambio delle quote di emissione in atmosfera, e attuazione del Piano Regionale di Tutela e di Risanamento dell’Atmosfera. Questi, in particolare, gli argomenti portati all’ordine del giorno nel corso dell’ultima Conferenza dell’Agenzia Giada che si è tenuta a Montecchio Maggiore.
L’Agenzia è nata dalla collaborazione fra la Provincia di Vicenza, l’Arpav, l’Enea ed il Comune di Arzignano, con un progetto reso possibile grazie ad un finanziamento Life ambiente. La riunione, diretta dall’assessore provinciale all’ambiente Walter Formenton e dai rappresentanti dell’Ufficio Distrettuale dell’Agenzia