Un sistema di allarme contro gli tsunami

251

Non solo per prevenire i danni e le conseguenze negative degli tsunami innescati da forti terremoti marini, ma anche per prevenire i disastri molto più frequenti causati da uragani, cicloni e tempeste varie che con sempre maggiore intensità e sempre maggiore frequenza si manifestano soprattutto nelle zone subtropicali ed intertropicali a causa dei cambiamenti del clima

La conferenza internazionale degli Stati delle piccole isole si è aperta ieri a Mauritius con la richiesta prioritaria di un sistema di allarme per la prevenzione di catastrofi come quella dello tsunami avvenuto nel sud est asiatico.
Il sistema è necessario agli stati delle piccole isole non solo per prevenire i danni e le conseguenze negative degli tsunami innescati da forti terremoti marini, ma anche per prevenire i disastri molto più frequenti causati dagli uragani, cicloni e tempeste varie (comprese quelle innescate da El Niño) che con sempre maggiore intensità e sempre maggiore frequenza si manifestano soprattutto nelle zone subtropicali