Trasporti – Al via «Non Inquino Torino»

197

Con il progetto i cittadini residenti possono usufruire di un contributo di 300 euro, non cumulabili con altri incentivi, per trasformare a Gpl o a metano le proprie auto non catalizzate immatricolate fino al 31/12/1992 ed adibite ad uso privato

Il Comune incentiva la trasformazione a Gpl e metano dei veicoli non catalizzati.
Anche il Comune di Torino si aggiunge alla lista di amministrazioni ed enti locali che hanno scelto di incentivare l’uso del gas auto per salvaguardare la qualità dell’aria dei propri centri urbani.
Con il progetto «Non inquino Torino», dal 14 febbraio i cittadini residenti possono usufruire di un contributo di 300 euro, non cumulabili con altri incentivi, per trasformare a Gpl o a metano le proprie auto non catalizzate immatricolate fino al 31/12/1992 ed adibite ad uso privato.
L’iniziativa si sviluppa grazie ad un protocollo d’intesa stipulato