La Biblioteca Malatestiana di Cesena è Memoria del Mondo

40

Si tratta del primo bene italiano che ottiene tale valutazione

Il Direttore Generale dell’Unesco, Koïchiro Matsuura, raccogliendo la raccomandazione del Comitato Consultivo Internazionale del Programma sulla Memoria del Mondo dell’Unesco, espressa nella riunione tenutasi a Lijiang dal 13 al 17 giugno scorsi, ha iscritto la biblioteca di Novello Malatesta (conservata all’interno della Biblioteca malatestiana di Cesena), nel registro della Memoria del Mondo. Si tratta del primo bene italiano che ottiene il prestigioso riconoscimento.
Nell’apprendere la notizia dell’iscrizione, il prof. Giovanni Puglisi, Presidente della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, che si è fatta promotrice della candidatura, ha dichiarato: «Accolgo con estrema soddisfazione la decisione dell’Unesco che fornisce un riconoscimento