Innovazione – La mediazione linguistica per promuovere un migliore modello di sviluppo

93

Presso Tecnopolis (Valenzano – Bari) ha preso corpo un progetto di impresa denominato «E-dioms (Ethics & environment languages)», che punta a un processo culturale teso ad avvicinare interessi, iniziative, progetti ed attività di individui, gruppi, comunità ed imprese che, pur geograficamente e culturalmente lontani, si sentono vicini nel perseguire quello che diviene sempre di più un imperativo del XXI secolo, ossia il percorso individuale e collettivo verso un nuovo modello di sviluppo, più equo e più sostenibile rispetto al passato

La conoscenza delle lingue e delle culture straniere in tutti i loro registri, dal letterario al politico, è l’unica chiave in grado di garantire alle identità più diverse ed eterogenee l’ingresso nell’odierno mondo globalizzato. Sulla base di questo assunto, a partire dall’estate scorsa, presso Tecnopolis (Valenzano – Bari), ha preso corpo un progetto di impresa denominato «E-dioms (Ethics & environment languages)», che fonda la propria filosofia proprio sulla Mediazione Linguistica, intesa come processo culturale teso ad avvicinare interessi, iniziative, progetti ed attività di individui, gruppi, comunità ed imprese che, pur geograficamente e culturalmente lontani, si sentono vicini nel perseguire quello