Ricerca – Il vero scienziato non è «settoriale»

112

L’iniziativa di un gruppo di giovani laureati in discipline attinenti la tematica ambientale che, fin dalla sua istituzione, si è caratterizzato per l’approccio interdisciplinare e aperto alle nuove sfide della scienza ed ai problemi dell’ambiente

«Il vero scienziato, oltre ad avere una conoscenza molto approfondita del suo specifico settore di ricerca, che gli permette di scoprire o inventare cose nuove, mantiene contatti con le altre aree della scienza e anche con la cultura umanistica. Se non lo fa, se si chiude nel suo laboratorio o nella sua biblioteca, finisce per perdere interesse anche nei confronti della società e del mondo in cui vive. Persone di questo tipo non dovrebbero essere chiamate scienziati; per essi proporrei il nome di ricercatori settoriali». È la provocazione che fa Vincenzo Balzani nell’ambito della VI Convention Nazionale