Caccia – Si spara ancora a pettirossi e aquile reali

75

L’esercizio venatorio, ancor prima di dover essere regolamentato, è un’espressione della cultura dell’uomo

Parlare di Caccia è un eufemismo, sarebbe più corretto parlare di bracconaggio. Si chiude un altro anno nero per la cultura italiana perché la caccia, ancor prima di dover essere regolamentata, è un’espressione della cultura dell’uomo.
La Lipu segnala che «il tasso di mortalità per i rapaci colpiti è stato molto elevato, tra il 50 e il 100%. In generale, su 47 specie di uccelli giunte negli ?ospedali? Lipu, ben 36 erano protette».
Nessuna giustificazione per chi spara al pettirosso o all’aquila reale, nessuna giustificazione per chi compra un uccello impagliato. Ed è un fatto culturale perché bisogna conoscere la